04

Dic
2019

`A Tumbulella: i numeri della smprfia dipinti da Maurizio Vinanti

Posted By : / 1549 0

`A Tumbulella I numeri della smorfia dipinti dal maestro Maurizio Vinanti. Dopo un esordio di…

`A Tumbulella
I numeri della smorfia dipinti dal maestro Maurizio Vinanti.
Dopo un esordio di grande successo, continua la mostra ‘A Tumbulella, una spettacolare rassegna di 90 opere ispirate ai numeri della smorfia napoletana e realizzate su tavole polimateriche dal maestro surrealista toscano Maurizio Vinanti per il quale, ormai da decenni, la città partenopea rappresenta una amatissima musa ispiratrice.
Sono trascorsi quasi tre anni dallo straordinario successo della mostra dedicata alla canzone napoletana “Fatte pittà, Napoli e i colori delle sue canzoni” e ci ritroviamo nuovamente insieme a condividere un fantastico progetto realizzato dal maestro Vinanti.
Le coloratissime, originali ed ironiche 90 opere rappresentano uno straordinario percorso attraverso una variopinta Napoli che viene vissuta dall’artista come ’’un teatro a cielo aperto’’.
Tra le quinte della città, Vinanti vede i numeri della tombola interpretati come in una commedia permanente e con la maestria e fantasia che lo contraddistinguono li riproduce sulle sue tavole polimateriche. Le opere, per la maggior parte dedicate a Napoli in una serie di spettacolari scorci, sono una carrellata fantastica di colori, emozioni e paesaggi. Alcune di queste tavole sono invece dedicate ai suoi luoghi di origine, ovvero alla sua Toscana, poiché rappresentano situazioni strettamente collegate ai ricordi di infanzia.
La mostra sarà aperta fino al 22 dicembre presso gli spazi della Galleria Koine a Napoli in via Michelangelo Schipa 118, tutti i giorni dal lunedì al sabato dalle 10,00 alle 13.30 e dalle 16 alle 20 e la domenica mattina dalle 10 alle 13.30.

`A Tumbulella, i numeri della smprfia dipinti da Maurizio Vinanti
`A Tumbulella, i numeri della smprfia dipinti da Maurizio Vinanti

Fonte : PositanoNews.it

Read More

Scopri di più sulla Costiera Amalfitana e sulla Penisola Sorrentina:

Oppure:

Leave your comment