29

Dic
2019

Capodanno: ricette facili e veloci

Posted By : / 1746 0

Capodanno si sta avvicinando, ma non sai cosa preparare? Ecco delle ricette semplici da fare…

Capodanno si sta avvicinando, ma non sai cosa preparare? Ecco delle ricette semplici da fare e gustare in ottima compagnia.

ANTIPASTI

Tartine al Salmone  

  • Dosi per 25 tartine:
  • pepe rosa

 

  1. Iniziate a tagliare a quadratini il pane per tramezzini;
    Tostatelo in padella per qualche minuto, da entrambi i lati;
  2. Spalmate su ogni porzione una piccolissima parte di burro;
  3. Aggiungete quindi le fettine di salmone ripiegate;
  4. Con una sac a poche decorate con dei poccolissimi ciuffetti di formaggio fresco;
    Mettete quindi un grano di pepe rosa per tartina e dell’erba cipollina;
  5. Le vostre tartine al salmone sono pronte per essere servite.

 

 

Insalata russa

  • Maionese 1 tazza
  • Patate 3
  • Carote 2
  • Fagiolini 150 g
  • Piselli 150 g
  • Uova 2
  • Capperi 1 cucchiaio
  • Cetriolini sott’aceto 4
  • Sale q.b.

 

  1. Dopo averle mondate e lavate, tagliate a dadini e lessate le verdure separatamente in acqua bollente salata;
  2. In tegami diversi cuocete anche i piselli e le uova che dovranno rassodarsi;
  3. A fine cottura scolate le verdure, riunitele in una terrina e lasciatele raffreddare. Passate le uova sotto l’acqua corrente, sgusciatele e conservatele;
  4. Mescolate tutti gli ingredienti in una terrina, comprese le uova a pezzetti, e aggiungete i cetriolini e i capperi sgocciolati. Aggiungete anche i due terzi della maionese e mescolate con cura;
  5. Trasferite il tutto in un piatto da portata e ricoprite con la maionese rimasta. Livellate mediante una spatola e servite.

 

Danubio salato

INGREDIENTI PER L’IMPASTO (PER CIRCA 20 PALLINE)

  • Latte intero 230 g
  • Farina Manitoba 550 g
  • Olio extravergine d’oliva 50 g
  • Zucchero 30 g
  • Uova medio 1
  • Sale fino 10 g
  • Lievito di birra fresco 14 g

PER IL RIPIENO

  • Prosciutto cotto 120 g
  • Scamorza (provola) 100 g

PER SPENNELLARE

  • Latte intero 20 g
  • Tuorli 1

 

  1. Per preparare il danubio salato cominciate dall’impasto da lavorare direttamente nella ciotola. Versate la farina, sbriciolate il lievito e unite zucchero , sale e l’uovo;
  2. Infine versate il latte e cominciate a impastare con una forchetta per raccogliere gli ingredienti. Non appena il composto inizia a prendere consistenza, togliete la forchetta e utilizzate le mani aggiungendo anche l’olio a filo. Quando il tutto inizierà ad uniformarsi trasferite sul piano di lavoro;

  3. Lavorate con le mani per ottenere un composto liscio e omogeneo. Formate una palla e trasferitela in una ciotola, coprite con pellicola e ponete a lievitare per almeno 3 d’ore, potete porre l’impasto a lievitare nel forno spento con la luce accesa. Trascorso il tempo di lievitazione il panetto avrà raddoppiato il suo volume;

  4. Intanto sminuzzate il prosciutto cotto e tagliate a cubetti il formaggio. Dividete a metà l’impasto con un tarocco ;
  5. Prendete una metà e arrotolatela per ottenere un salsicciotto. Ricavate da questo 10 pezzi uguali. In totale dovrete ottenere 20 pezzi. Prendete ciascun pezzetto di impasto, appiattitelo leggermente e farcitelo con il prosciutto e il formaggio;
  6. Richiudete i lembi e formate una pallina;
  7. Oliate una teglia da 28 cm di diametro, adagiate qui le palline posizionandole con la chiusura rivolta verso il basso e disposte a raggiera lungo tutto il perimetro. Coprite con la pellicola e lasciate lievitare nuovamente per 30 minuti;
  8. Nel frattempo preriscaldate il forno a 180° in modalità statica e sbattete il tuorlo con il latte, con questa miscela spennellate le palline lievitate e cuocetele per circa 30 minuti nella parte centrale del forno. A cottura ultima sfornate il danubio salato e servitelo tiepido.

 

PRIMI PIATTI

Ravioli al tartufo

Ingredienti Ravioli al tartufo per quattro persone

  • 350 gr di pasta all’uovo
  • 20 g circa di prosciutto crudo dolce
  • 3 cucchiai di ricotta
  • 1 cucchiaio di olio extravergine
  • 80 g di burro
  • 1 foglia di alloro
  • 3 fette di lesso
  • 1 tartufo nero
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • 4.5 foglie di salvia

 

  1. Tagliare il lesso, il prosciutto e metà del tartufo a pezzetti;
  2. Tritate tutti gli ingredienti in un tritacarne;
  3. Mescolare il composto ottenuto in una terrina con la ricotta l’olio e un pochino di pepe;
  4. Prendete la pasta all’uovo e con il mattarello ottenete una sfoglia sottile;
  5. Mettete dei cucchiai di ripieno nella sfoglia ben distanziati tra di loro;
  6. Piegate la sfoglia sopra il ripieno e con una rotella ritagliate i ravioli, scegliete voi la misura;
  7. Fateli cuocere in una pentola con abbondante acqua salata;
  8. Nel frattempo in una padella fate fondere il burro a fiamma bassa con salvia e alloro e se volete anche la maggiorana;
  9. Quando i ravioli sono pronti scolateli con una schiumarola e uniteli e mescolateli con il condimento;
  10. Servite caldi con qualche lamella del tartufo rimasto.

 

Risotto allo spumante

  • 320 g di riso per risotti
  • 500 ml di spumante
  • 2 scalogni
  • olio extravergine d’oliva
  • sale q.b.
  • 1 lt di brodo vegetale
  • 50 g di ricotta grattugiata fresca
  • 1 cucchiaio di burro

 

  1. In un tegame mettete a imbiondire gli scalogni interi in qualche cucchiaio d’olio;
  2. Quando iniziano a dorare unite il riso e fatelo saltare per qualche minuto a fiamma vivace;
  3. Eliminate gli scalogni e versate tutto lo spumante, mescolando il riso;
  4. Proseguite la cottura abbassando la fiamma fino a quando lo spumante si sarà asciugato e portate il riso a cottura aggiungendo poco alla volta il brodo;
  5. Aggiustate di sale;
  6. Un minuto prima di fine cottura unite il burro e la ricotta grattugiata e mantecate velocemente il risotto;
  7. Servite il risotto allo spumante decorando con rametti di timo.

 

Spaghetti alla chitarra con gamberoni

  • 350 gr spaghetti alla chitarra
  • 8 gamberoni
  • 1 mazzetto prezzemolo
  • 2 spicchi aglio
  • succo di limone
  • 2 cucchiai pecorino
  • 2 cucchiai parmigiano
  • olio d’oliva extra vergine
  • sale
  • pepe
  • peperoncino
  • brodo vegetale

 

  1. Sbollentare i gamberoni nel brodo vegetale per una decina di minuti, scolarli lasciando da parte il brodo in cui andranno poi lessati gli spaghetti;
  2. Sgusciare i gamberi e tagliarli in 3/4 pezzi, quindi metterli in una grande padella con 2 spicchi d’aglio interi appena schiacciati, abbondante prezzemolo finemente tritato, olio extravergine e il succo del limone;
  3. Salare, pepare, aggiungere eventualmente anche del peperoncino e lasciar andare il tutto per un paio di minuti;
  4. Portare a ebollizione il brodo precedentemente utilizzato per cuocere i gamberoni, e dopo averne lasciati da parte un paio di mestoli, lessarci gli spaghetti;
  5. Scolarli molto al dente, unirli al composto ai gamberoni, spolverizzarli col pecorino e il parmigiano e farli saltare. Se dovessero risultare troppo asciutti, ricorrere al brodo messo via;
  6. Servire caldi.

 

SECONDI PIATTI

 

Polpette di lenticchie

INGREDIENTI PER 35 POLPETTE

  • Lenticchie secche 200 g
  • Grana Padano DOP da grattugiare 60 g
  • Aglio 1 spicchio
  • Sale fino q.b.
  • Pepe nero q.b.
  • Patate ( 1 piccola) 100 g
  • Uova 2
  • Pangrattato 250 g

PER FRIGGERE

  • Olio di semi di arachide q.b.

 

  1. Per realizzare le polpette di lenticchie iniziate ponendo in ammollo per circa 2 ore le lenticchie in acqua fredda all’interno di una ciotola capiente. Questo passaggio si può anche saltare: serve a ridurre leggermente i tempi di cottura. Sciacquate e poi mettete a lessare la patata in acqua bollente e una volta cotta e intiepidita sbucciatela con uno spelucchino;
  2. Scolatele e sciacquatele sotto l’acqua corrente e poi versate all’interno di un tegame dal bordo alto colmo d’acqua. Cuocete le lenticchie per 40 minuti o finchè non saranno morbide. A cottura ultimata, scolatele molto bene (per evitare che il composto risulti troppo umido), fate intiepidire;
  3. Quindi versatele nella ciotola di un mixer, aggiungete il Grana Padano grattugiato, la patata lessa, il sale, il pepe e lo spicchio d’aglio sbucciato a cui potete togliere l’anima, la parte centrale più forte (potete anche omettere l’aglio se non lo preferite), azionate il mixer e frullate tutto fino ad ottenere un composto compatto ed omogeneo;
  4. L’impasto deve risultare asciutto e compatto. In una ciotola ponete le due uova e sbattetele con una forchetta;
  5. Procedete formando le polpette: prendete una piccola porzione di impasto grande come una noce e dategli una forma rotonda facendo roteare tra i palmi delle mani la pallina; ne verranno circa 35. A questo punto occupatevi della panatura: passate le polpette prima nell’uovo sbattuto e poi nel pangrattato;
  6. Man mano che formate le polpettine disponetele ben distanziate su un vassoio rivestito con carta da forno. Ora procedete con la cottura: in un tegame dal bordo alto riscaldate l’olio di semi fino a 170°, per una frittura ottimale si consiglia di monitorare la temperatura dell’olio utilizzando un termometro per alimenti. Cuocete le polpette poche alla volta per qualche minuto, finché non risulteranno dorate, poi scolatele con una schiumarola e ponetele su un vassoio rivestito di carta assorbente per asciugare l’olio in eccesso. In alternativa potete cuocere le lenticchie in forno statico preriscaldato a 180°per circa 15 minuti. Gustate le polpette di lenticchie ben calde.

 

Roast beef al forno

  • 600 gr di manzo per arrosto
  • 2 bicchieri di vino bianco
  • 2 bicchieri di acqua o brodo vegetale
  • 2 cucchiai di olio
  • rosmarino
  • sale
  • carote e sedano se preferite
  • patate per contorno

 

  1. In genere si trova il pezzo di manzo già legato con gli aromi, altrimenti dovete procurarvi lo spago e legarlo;
  2. Sistemate il pezzo di carne in una padella con olio, lasciatelo rosolare a fiamma alta, accendete il forno a 200°;
  3. Rigirate la carne, aggiungete il vino e l’acqua, lasciate sfumare una decina di minuti;
  4. Trasferitela carne in una teglia da forno, meglio se l’avete lasciata nel forno a riscaldarsi oppure molto più comoda è una teglia con la graticola;
  5. Aggiungete acqua o brodo vegetale e lasciate cuocere 30 minuti, unendo acqua di tanto in tanto;
  6. Tagliate le patate, sistematele in una teglia con un filo di olio e cuocetele in forno, tagliatele sottili così ci vorrà meno tempo e saranno più croccanti;
  7. A cottura ultimata prelevate la carne tagliatela a fettine e conditela con il sughetto;
  8. Se la volete con le verdurine, tagliate le carote e il sedano fatene un letto nella pirofila e adagiate la carne per la cottura;
  9. Servite con le patate.

 

Arrosto di salmone al forno

  • 600 g un trancio di filetto di salmone, pulito di pelle e lische
  • 500 g patate
  • 350 g carote
  • 30 g porro
  • prezzemolo
  • vino bianco secco
  • olio d’oliva
  • sale
  • pepe nero in grani

 

  1. Pulisci il radicchio sotto l’acqua e mettilo in una pentola a bollire per 5 minuti, non di più. Lascialo raffreddare;
  2. Prendi il filetto di salmone e sciacqualo molto bene sotto l’acqua corrente, togli tutte le spine con la pinzetta apposita ed asciugalo con della carta da cucina;

  3. Appoggia il filetto sul piano di lavoro, togligli la pelle e controlla che non ci siano altre spine;
  4. Ora allargalo bene sul piano di lavoro, salalo e aggiungi le spezie, Io ho mischiato sale e zenzero. Appoggia nel centro del filetto di salmone il radicchio, sala anche quest’ultimo. Molto delicatamente arrotola il filetto e forma una rotolo;
  5. Ferma la rolata di salmone con dello spago, infila in mezzo anche un rametto di rosmarino;
  6. Appoggia il salmone in una teglia unta leggermente di olio ed inforna a 200° per 30 minuti.

 

DOLCI

 

Budino di panettone

 

  1. In una ciotola lavorate con una frusta lo zucchero ed i tuorli.
    Aggiungete poi il latte caldo, il rum, l’essenza di vaniglia e mescolate;
  2. Tagliate il panettone ed il pandoro a tocchetti e trasferiteli in una ciotola;
  3. Tritate grossolanamente il cioccolato ed aggiungetelo nella ciotola.
    In ultimo mette anche il composto all’uovo;
  4. Amalgamate bene gli ingredienti e trasferiteli nello stampo imburrato.
    Cuocete a 160 °C per 45 minuti;
  5. Servite il vostro budino di panettone con dello zucchero a velo;

 

Crema Rocher

  • 250 g Nutella
  • 200 g Mascarpone
  • 150 ml Panna fresca liquida
  • 60 g Granella di nocciole
  • Cioccolatini Ferrero rocher
  • Wafer alla nocciola

 

 

  1. Per prima cosa montate la panna fredda ben ferma, dopodiché in una ciotola con le fruste elettriche ammorbidite il mascarpone;
  2. Aggiungete al mascarpone la nutella, la granella di nocciole, i biscotti, i cioccolatini sbriciolati grossolanamente, in fine la panna montata;
  3. Mescolate delicatamente senza smontare il composto dall’alto verso il basso in senso antiorario;
  4. Ora la vostra Crema Rocher è pronta per farcire quello che desiderate, oppure per essere gustata come dessert al cucchiaio.

 

Torta Millefoglie

  •  BASI PER TORTA DI PASTASFOGLIA DA 250g
  • 150g Gocce di cioccolato
  • 250g di fragole
  • 250g di mirtilli
Per la Crema Pasticcera
  • 500 ml di latte
  • 100 g di zucchero
  • 3 tuorli d’uovo
  • 80 g di farina
  • un pizzico di sale
  • buccia di limone

 

  1. Preparazione della crema pasticcera: mescolare bene i tuorli con lo zucchero; aggiungere la farina, la buccia di limone grattugiata, il sale e molto lentamente il latte. Cuocere a fuoco lento sempre mescolando fino ad ottenere una crema densa e vellutata. Sarà pronta quando velerà il cucchiaio;
  2. Far raffreddare la crema e aggiungere le gocce di cioccolato mescolando;
  3. Spalmare parte della crema pasticcera raffreddata sulla prima base di sfoglia per torte. Coprire con la seconda base di pasta sfoglia. Spalmare la rimanente crema pasticcera e coprire con l’ultima base per torte, ponendo sopra il lato glassato;
  4. Spalmare un velo di crema (o di marmellata), per fermare la frutta posata delicatamente sopra la sfoglia e decorate come in foto o a vostro piacere.

Fonte : PositanoNews.it

Read More

Scopri di più sulla Costiera Amalfitana e sulla Penisola Sorrentina:

Oppure:

Leave your comment