Positano. Domani apre il Blu Bar

Posted By : / 12 0

Positano, Costiera amalfitana . Una bella notizia per la Costa d’ Amalfi, un locale molto…

Positano, Costiera amalfitana . Una bella notizia per la Costa d’ Amalfi, un locale molto apprezzato e un servizio in più in spiaggia anche per chi vuole semplicemente godersi un caffè o una bibita vicino al mare. Ricordiamo che il Blu Bar è anche ristorante-pizzeria. Il locale si trova in Via Marina Grande 4.

“Il Blu Bar è un luogo di ritrovo e ristoro di Positano. Un posto incantevole dove puoi stare in tutta tranquillità a bere un ottimo drink, una birra selezionata, un aperitivo in completo relax. Il personale è gentile, preparato e ti fa sentire a casa tua“.

Questa è solo una delle tante recensioni che è possibile trovare su TripAdvisor.

Ecco il loro post

Finalmente da domani il Blu Bar riapre.
Vieni a gustare un aperitivo, in piena sicurezza, direttamente in Spiaggia Grande a Positano!
#positano

Fonte : PositanoNews.it

Read More

MSC E LE DELIZIOSE MELE DELLA NUOVA ZELANDA

Posted By : / 24 0

La Nuova Zelanda produce davvero alcune delle mele di altissima qualità al mondo, apprezzate sia…

La Nuova Zelanda produce davvero alcune delle mele di altissima qualità al mondo, apprezzate sia a livello nazionale che ancor di più a livello internazionale. Le mele della Nuova Zelanda sono così richieste che durante la stagione delle esportazioni, che tradizionalmente va da febbraio a settembre, vengono spedite in oltre 100 paesi in tutto il mondo.

Le mele hanno avuto un tale successo per questa nazione insulare del Sud Pacifico che si prevede che il settore diventerà un’industria da miliardi di dollari entro il 2022.

 

La Nuova Zelanda esporta mele dal 1890 e il paese vive un clima perfetto per la coltivazione di alcune delle varietà premium al mondo. Questo perché la Nuova Zelanda riceve alti livelli di sole e gode di un clima più moderato rispetto ai paesi continentali, essendo circondata dall’Oceano Pacifico. Questo si traduce efficacemente in inverni freddi ed estati calde, entrambi essenziali per produrre mele croccanti e saporite.

Le mele della Nuova Zelanda sono amate in tutto il mondo per il loro gusto, la consistenza croccante e la varietà. Il paese cresce una serie di tipologie diverse per soddisfare i vari palati del mondo. Ad esempio, i mercati del Regno Unito e dell’Europa tradizionalmente godono di una mela dal sapore pieno con un equilibrio acido, mentre i mercati americani e asiatici preferiscono alcune delle varietà più recenti della Nuova Zelanda, che sono più dolci e succose.

MSC È UN’ESPERTA NEL TRASPORTO DI MELE

Indipendentemente da dove vengono venduti sul pianeta e dato che la Nuova Zelanda si trova a 12.000 miglia da alcuni dei principali mercati di esportazione, MSC riconosce la fiducia che ci viene riposta quando spediamo questo prodotto deperibile di alta qualità su lunghe distanze.

In qualità di leader mondiale nel trasporto globale di container, MSC ha sviluppato una solida esperienza nel trasporto di merci deperibili. Basandoci sulla nostra copertura mondiale, aiutiamo gli esportatori neozelandesi da anni, contando su una presenza locale di 25 anni nel 2021 e offrendo un servizio globale con conoscenza locale.

In MSC, forniamo ai nostri clienti Apple un accesso diretto 24 ore su 24, 7 giorni su 7 ai nostri specialisti locali di mele di vasta esperienza, che lavorano a stretto contatto con i clienti per sviluppare piattaforme di assistenza clienti su misura progettate con cura per soddisfare le esigenze e le esigenze specifiche delle loro attività. Questi includono:

Rappresentante locale del servizio clienti MSC come unico punto di contatto
Tempi di consegna rigorosi per le prenotazioni
Rilasci tempestivi dei contenitori
Monitoraggio regolare delle spedizioni, tracciabilità e rapporti di mappatura
Il nostro approccio pratico al servizio clienti è supportato da una flotta refrigerata avanzata e da un servizio di routing che fornisce tempi di transito competitivi dalla Nuova Zelanda a tutti i principali mercati internazionali delle mele.

Per saperne di più su come MSC supporta gli esportatori di mele della Nuova Zelanda, visita www.msc.com/apples

Generico gennaio 2021

Fonte : PositanoNews.it

Read More

Piano di Sorrento: da Sisters Wine & Creativity tutto pronto per Carnevale!

Posted By : / 32 0

Piano di Sorrento. Da Sisters Wine & Creativity è tutto pronto per il Carnevale! La…

Piano di Sorrento. Da Sisters Wine & Creativity è tutto pronto per il Carnevale! La location è già preparata per la festa: colori, festoni, luci. Tutto estremamente accogliente e variopinto per chi vuole gustare ottime pietanze in un’atmosfera briosa.

“Abbiamo le frappe o chiacchiere, che da noi invece si chiamano crostoli. Li facciamo proprio come nostra madre: sottilissimi. Sono fantastici. Abbiamo preparato anche le frittelle con uvetta e biscotti vari che ha cucinato la mia sister Barbara”, ci ha raccontato Sonia Favaro.

Le due sorelle arrivano da Treviso, e si chiamano Sonia e Barbara. Il loro amore incondizionato per la Costa di Amalfi e Sorrento le ha portate a stabilirsi qui. Dopo innumerevoli viaggi in Costiera dai quali tornavano sempre in lacrime, le due sorelle hanno trovato l’amore ed il lavoro di una vita. “Da quando abbiamo 14 anni lavoriamo nel settore della ristorazione e la nostra passione sono il cibo e vino, il connubio perfetto, coccolare le persone che vengono a trovarci – ci hanno raccontato durante un’intervista fatta lo scorso luglio. “Il nostro cavallo di battaglia è l’apericena, composto da un piatto di portata, fritti, primi, secondi, salumi, accompagnati da un calice di vino. Siamo appassionate di formaggi e salumi, dalla Sicilia al Piemonte ed alla Toscana”.

 

Fonte : PositanoNews.it

Read More

Gragnano: il Covid si porta via Pietro Mascolo, “il re del panuozzo”

Posted By : / 26 0

Gragnano. Il Covid si è portato via Pietro Mascolo, “il re del panuozzo“. Sulla torta…

Gragnano. Il Covid si è portato via Pietro Mascolo, “il re del panuozzo“.

Sulla torta il numero 68 e intorno l’intera famiglia, dal più grande al più piccino, è l’ultima immagine postata sui social per dire addio a Pietro Mascolo, il “re” del panuozzo. L’imprenditore gragnanese era stato colpito dal virus e, per l’aggravarsi delle condizioni di salute, era stato ricoverato presso l’ospedale Cotugno di Napoli, dove è deceduto nella giornata di ieri.

Chi era Pietro Mascolo è spiegato in un preciso scatto, di alcuni mesi fa, e scelto dal figlio Fiorenzo Mascolo per ricordare il suo papà, un uomo tanto forte ma anche così fragile: «Mi hai donato il tuo stesso carattere, forte, fiero che non lascia trapelare le emozioni, ma dal cuore grande. La foto scattata per la festa del tuo compleanno descrive come eri, ti piaceva averci tutti intorno a te in ogni occasioni». Nonostante la gioia del momento, condivisa con i parenti, nell’immagine postata sui social da Fiorenzo Mascolo è ben visibile sul viso del papà Pietro un velo di tristezza, che da tempo aveva tolto il sorriso dalle labbra del maestro fornaio, da quando un grande e improvviso dolore aveva reso difficile la sua esistenza. La perdita del figlio Ciro aveva fortemente segnato l’imprenditore Pietro Mascolo.

Nelle mani del sessantottenne una grande dote ereditata dal nonno, passata ai figli, per forgiare una golosità unica, nata a Gragnano e che si appresta a ottenere un riconoscimento di tutela: il panuozzo. «Adesso papà sei con Ciro, quel pezzo del tuo cuore che il destino ti ha strappato troppo presto prova a farsi coraggio il figlio Fiorenzo – Da quel giorno sei cambiato, ti eri chiuso, non eri più lo stesso, solo tu conoscevi il dolore che ti portavi dentro, ma non hai mai trascurato il tuo senso di padre e nonno. Buon viaggio papà». Un altro pezzo di storia della città che il Covid ha deciso di portare via, ma che mai sarà dimenticato.

Fonte : PositanoNews.it

Read More

Massa Lubrense: sabato 23 gennaio riapre Lo Stuzzichino

Posted By : / 31 0

Massa Lubrense: sabato 23 gennaio riapre Lo Stuzzichino. Il post pieno di felicità di Mimmo…

Massa Lubrense: sabato 23 gennaio riapre Lo Stuzzichino. Il post pieno di felicità di Mimmo De Gregorio:

“Orgoglioso di essere Cittadino Massese e parte integrante delle bellezze naturalistiche e ambientali delle Due Costiere. Amo la mia #terra onoro la #natura e #nobilito le sue risorse. Sabato 23 Riapriamo. Finalmente dalle 12:00 alle 18:00 riaccendiamo i fornelli e finalmente. Vi rivediamo ai nostri tavoli.

Il nostro 2021 inizia solo con Voi.
Vi Aspettiamo”.

Fonte : PositanoNews.it

Read More

Stop alla falsa mozzarella, l’apprezzamento della Coldiretti

Posted By : / 28 0

Con l’emergenza Covid e la frenata del commercio internazionale sale il rischio di falsi Made…

Con l’emergenza Covid e la frenata del commercio internazionale sale il rischio di falsi Made in Italy sulle tavole straniere che hanno raggiunto l’astronomica cifra di 100 miliardi di euro sottraendo risorse e opportunità di lavoro all’Italia. E’ quanto stima la Coldiretti nell’esprimere apprezzamento per lo stop alla falsa mozzarella di bufala dop catalana. Nel mondo – ricorda la Coldiretti – più due prodotti agroalimentari Made in Italy su tre sono falsi senza alcun legame produttivo ed occupazionale con il nostro Paese. A taroccare il cibo italiano – evidenzia la Coldiretti – sono soprattutto i Paesi emergenti o i più ricchi con i formaggi che si classificano tra gli alimenti più colpiti. Molti dei formaggi di tipo italiano sono “tarocchi” nonostante il nome richiami esplicitamente le specialità casearie più note del Belpaese, dalla Mozzarella alla Ricotta, dal Provolone all’Asiago, dal Romano al Parmesan, fino al Gorgonzola. Fra le brutte copie dei prodotti caseari nazionali in cima alla classifica c’è proprio la mozzarella, seguita dal Parmesan, dal provolone, dalla ricotta e dal Romano realizzato però senza latte di pecora. La pretesa di chiamare con lo stesso nome prodotti profondamente diversi è – conclude la Coldiretti – inaccettabile e rappresenta un inganno per i consumatori ed una concorrenza sleale nei confronti degli imprenditori.

Fonte : PositanoNews.it

Read More

Vico Equense, open day in streaming dell’istituto alberghiero

Posted By : / 29 0

Vico Equense, sabato 23 gennaio open day in streaming dell’Istituto Professionale Alberghiero “F. De Gennaro”…

Vico Equense, sabato 23 gennaio open day in streaming dell’Istituto Professionale Alberghiero “F. De Gennaro” sito in Via Santa Maria del Toro. Alle ore 10.00 il saluto di benvenuto del D.S. dott. Salvador Tufano, video presentazione della scuola, corso di accoglienza, corso di sala, corso di pasticceria, corso di cucina e tanto altro alla scoperta dei vari percorsi formativi.

Sarà possibile seguire la diretta collegandosi su www.facebook.com/alberghierovicoofficial

open day istituto alberghiero

Fonte : PositanoNews.it

Read More

Covid in Francia: bar e ristoranti resteranno chiusi fino a Pasqua

Posted By : / 31 0

Mentre l’Italia è alle prese con la crisi di governo, in Francia regna ormai il…

Mentre l’Italia è alle prese con la crisi di governo, in Francia regna ormai il lockdown. Ipotesi nere per bar e ristoranti.

In Francia i ristoranti resteranno chiusi almeno fino a Pasqua, a causa della nuova ondata di Covid. Secondo il settimanale Le Point, infatti, le attività di ristorazione potranno riaprire non prima del 6 aprile, anche se sono ipotesi ancora tutte da confermare. Anche se la versione «più ottimistica», secondo diverse fonti vicine al dossier in contatto diretto con il governo, confermerebbe la data del 6 aprile.

Per i bar e i caffè, invece, viene evocato un possibile rinvio dell’apertura a inizio giugno. La bozza di calendario attualmente allo studio del governo per fermare l’avanzata del coronavirus e soprattutto il picco della variante inglese che potrebbe diventare maggioritaria in Francia nel prossimo mese di marzo. Stando a quanto ha dichiarato il virologo dell’Institut Pasteur e membro del consiglio scientifico, Arnaud Fontanetsu a Lci.

Fonte : PositanoNews.it

Read More

A Sant’Agnello le eccezionali chiacchiere del Bar Tourist!

Posted By : / 29 0

A Sant’Agnello le eccezionali chiacchiere del Bar Tourist! Le Chiacchiere di Carnevale, le golose sfoglie fritte spolverate di zucchero…

A Sant’Agnello le eccezionali chiacchiere del Bar Tourist! Le Chiacchiere di Carnevale, le golose sfoglie fritte spolverate di zucchero a velo, sono il Dolce di Carnevale per eccellenza. Come ogni preparazione della tradizione, esistono svariate ricette.

Questa mattina di mercoledì 20 gennaio 2021, noi di Positanonews abbiamo potuto assaggiare le eccezionali chiacchiere del Bar Tourist. “Quelle originali le faccio solo io – ci ha detto la ridente e ‘chiacchierona’ titolare del bar, Angela Russo -. Quelle dolci le fa il mio pasticciere”.

Il segreto delle sue chiacchiere? “È l’onestà!”, ha affermato, senza dubbi, la signora Angela.

“Si tratta di chiacchiere che rasserenano un po’ gli animi – ha aggiunto il pasticciere Vincenzo Cosenza -. Vengono fatte con ingredienti semplicissimi: farina, zucchero, strutto e vino bianco. Solo con questo esce fuori questa fragranza. Sono fritte, ma la frittura non si vede, perché sono leggere”.

 

Fonte : PositanoNews.it

Read More

Menta e melagrana dell’Oasi in Città per un piatto persiano veramente gustoso.

Posted By : / 29 0

Nella simbologia cristiana la melagrana rappresenta l’unità, nella fede, fra popoli e culture diverse, la…

Nella simbologia cristiana la melagrana rappresenta l’unità, nella fede, fra popoli e culture diverse, la fecondità e l’abbondanza, come testimoniano le decorazioni e le iconografie religiose; nella simbologia ebraica, invece, la melagrana rappresenta l’onestà e la rettitudine, in quanto il numero di semi contenuto in ogni frutto è uguale o molto vicino al 613, il numero di prescrizioni contenute nella Torah, osservando le quali si agisce come individui saggi e corretti; nella simbologia islamica, infine, la melagrana figura come uno dei frutti che crescono nel giardino del Paradiso. Una melagrana qualche giorno fa,  l’ho ricevuta in dono da Claudio d’Esposito, Presidente del Wwf Terre del Tirreno che nell’Oasi in Città, a Sant’Agnello, ha uno splendido melograno. Il frutto del melograno, dopo queste premesse, accostato al Panda non sfigura giacchè ci invita ad essere saggi e corretti con la natura che ci circonda,  nutre noi e i piccoli animali che svernano nell’Oasi santanellese.

Generico gennaio 2021

Ho colto l’occasione di questo frutto a chilometro zero per cimentarmi in una ricetta persiana, l’insalata Shirazi. Questo piatto, mi raccontano i veri chef, è estivo, ed è a base di pomodorini e cetrioli. Seguendo però i consigli della food writer iraniana Saghar Setareh, che dopo la laurea presso l’Accademia delle Belle Arti di Roma, da alcuni anni ci propone piatti della sua terra nel suo blog, li sostituirò con il finocchio e la melagrana che doneranno al piatto la stessa acidità, croccantezza e aroma della versione originale.

Generico gennaio 2021

Procuratevi dunque un finocchio, mondatelo e tagliatelo a pezzettini, lo stesso farete con una piccola cipolla rossa. Tagliate a metà la melagrana, e con un cucchiaio recuperate 150 grammi di chicchi dal suo incavo. Ai dadini di finocchio e cipolla con i chicchi di melagrana darete una prima energica mescolata in una ciotola di media grandezza. a questo punto  aggiungerete ai dadini e ai chicchi del frutto mezzo cucchiaio di menta secca, un cucchiaino di sale fino e condite con il succo di mezzo limone sorrentino, mescolate di nuovo. La vostra insalata Shirazi, in meno di venti minuti, nella sua versione invernale, è pronta, potete servirla anche come contorno. Un modo questo per fare cultura a chilometro zero, rivalutare i prodotti della nostra terra, e confrontarsi con l’arte culinaria di antichissime civiltà come quella persiana, infine lasciatemi aggiungere che la melagrana ha anche proprietà “medicamentose” ed il primo a scoprirlo fu Ippocrate, che la prescriveva come antinfiammatorio, antidiarroico, antibatterico e antielmetico; le intuizioni del più famoso medico dell’antichità, hanno poi trovato conferma, molti secoli dopo, nella ricerca medica contemporanea.
di Luigi De Rosa

Fonte : PositanoNews.it

Read More