Agerola. Auguri per la doppia laurea ad Angelo Acampora e Giuseppe Bonito di Minori , il messaggio del sindaco Mascolo

Posted By : / 10 0

Agerola ( Napoli ) . Auguri ad Angelo Acampora e Giuseppe Bonito, di Minori in…

Agerola ( Napoli ) . Auguri ad Angelo Acampora e Giuseppe Bonito, di Minori in Costa d’ Amalfi , in particolare da Positanonews, il primo giornale online della Costiera amalfitana e Penisola Sorrentina, riportiamo il messaggio del sindaco Luca Mascolo

Angelo Acampora è il primo studente agerolese ad aver conseguito la laurea magistrale in Scienze Economiche al

Campus Principe di Napoli

. Insieme a Giuseppe Bonito ha raggiunto oggi un grande traguardo. Un raggio di luce che ci illumina e ci fa sperare per il futuro

Che Agerola potesse diventare sede universitaria erano in pochi a pensarlo. Che i ragazzi di Agerola, costretti per anni a sacrifici estenuanti per portare a termine il percorso di studi, potessero pensare di realizzare un giorno i propri sogni nel paese che li ha visti nascere, sarebbe stata considerata, magari a ragione, pura utopia
E invece questa splendida notizia rappresenta un simbolo potente. E’ la dimostrazione che, quando si vola alto, quando la determinazione spinge l’asticella delle ambizioni verso l’alto ogni giorno di più, il risultato si ottiene. Sempre
Lottare quotidianamente per superare gli ostacoli è una delle tante peculiarità degli agerolesi. Forse è quella che mi piace di più. Ed è a questa che ci siamo ispirati quando abbiamo iniziato la scalata verso la vetta. E oggi Agerola sta raccogliendo i frutti di quella scommessa vinta. Da tutti
Ad Angelo e Giuseppe vanno le mie più sincere congratulazioni e quelle di tutta la comunità. Viva Agerola, Viva il Campus Principe di Napoli
Ad Maiora Semper.

Per il Campus Principe di Napoli, l’Università gastronomica e Centro di Alta formazione e specializzazione di Agerola, inaugurata in diretta su Positanonews e capitata purtroppo nel periodo del Coronavirus Covid-19, una giornata importante. L’Università collocata nell’ex Colonia Montana, ristrutturata orgogliosamente da Mascolo, con fondi della Regione Campania, con una vista spettacolare su Conca dei Marini e Praiano . L’Univiersità che vorrebbe portare un’offerta qualificata per le formazioni professionali, senza costringere i giovani a spostarsi a Ginevra o al nord, è guidata dal grande chef Heinz Beck, amante di Positano più volte intervistato da Positanonews.

Un grande abbraccio e tanti auguri ancora.

Fonte : PositanoNews.it

Read More

Nuovo decreto Covid , coprifuoco alle 22 fino al 31 luglio . Ristoranti solo all’aperto, al chiuso dopo giugno

Posted By : / 9 0

Nuovo decreto Covid , coprifuoco alle 22 fino al 31 luglio . Ristoranti solo all’aperto,…

Nuovo decreto Covid , coprifuoco alle 22 fino al 31 luglio . Ristoranti solo all’aperto, al chiuso dopo giugno Il governo ha approvato il nuovo decreto Covid, in vigore dal 26 aprile fino al 31 luglio. La Lega si è astenuta,in disaccordo sulla questione del coprifuoco. Come già annunciato dal presidente del Consiglio Mario Draghi in una conferenza stampa e come confermato dalle bozze circolate sui giornali in queste ultime ore, da lunedì prossimo sarà ripristinata la zona gialla: tra le Regioni in questa fascia ci si potrà muovere liberamente, senza bisogno dell’autocertificazione e del Pass per gli spostamenti, e saranno programmate una serie di riaperture. La ripartenza, tuttavia, sarà graduale e il governo ha infatti già preparato un calendario per le riaperture, contenuto nel nuovo decreto. Vediamo quali sono le novità.

Le prime attività che potranno riaprire saranno quelle legate al settore della ristorazione, uno tra i più penalizzati tra restrizioni e chiusure. Bar e ristoranti potranno riaprire, con una novità rispetto alle vecchie regole della zona gialla. Dal 26 aprile bar e ristoranti saranno aperti sia a pranzo che a cena in zona gialla, ma solo negli spazi all’aperto. Per la riapertura anche al chiuso bisognerà aspettare almeno il 1° giugno: da quella data bar e ristoranti potranno stare aperti anche al chiuso, ma solo fino alle 18. Continueranno ad essere permessi i servizi di consegna a domicilio e di asporto, nel rispetto dell’orario del coprifuoco.

Il coprifuoco dalle 22 alle 5, infatti, resterà in vigore anche nella zona gialla, come in quella arancione e rossa. Su questo punto si erano scontrate le forze di maggioranza, con il centrodestra che premeva per spostare l’orario del coprifuoco almeno alle 23, in modo da permettere alla ristorazione di lavorare a pieno regime. Ma alla fine è prevalsa la linea di cautela, raccomandata anche dagli esperti del Comitato tecnico scientifico, che hanno sconsigliato al governo di cancellare il coprifuoco.

Sempre dal 26 aprile riaprono (sempre in zona gialla, si intende) anche cinema, teatri e sale da concerto, anche se nel rispetto di stringenti norme anti contagio. I posti a sedere saranno pre-assegnati tramite prenotazione e si dovrà rispettare una distanza tra uno spettatore e l’altro di almeno un metro in modo da avere una capienza che non superi il 50% del totale. Gli ingressi saranno comunque contingentati per avere un massimo di mille spettatori all’aperto e 500 negli spazi chiusi. Bisognerà sempre rispettare le fondamentali norme di sicurezza come l’obbligo di indossare la mascherina e il divieto di creare assembramenti.

Quando riaprono piscine e palestre nelle Regioni in zona gialla
Nel nuovo decreto Covid del governo sono segnalate poi le date delle altre riaperture che potranno essere effettuate nelle Regioni in zona gialla. Dal 15 maggio, si legge, potranno riaprire le piscine all’aperto, mentre per le palestre il giorno della ripartenza sarà quello del 1° giugno. Anche per queste attività andranno rispettate precise norme anti-contagio, dalle distanze di sicurezza agli ingressi contingentati.

Le regole del nuovo decreto sugli spostamenti tra le Regioni gialle
Con il ritorno della zona gialla ci si potrà nuovamente spostare liberamente tra le Regioni che fanno parte di questa fascia. Non bisognerà quindi presentare il modulo di autocertificazione o il nuovo Pass allo studio del governo per muoversi anche tra le Regioni in zona rossa e arancione. Anche nella zona gialla, comunque, sarà permesso spostarsi tra le Regioni sempre nel rispetto del coprifuoco dalle 22 alle 5.

Come funziona il Pass per spostarsi tra le Regioni di colore diverso
Si tratta di un’altra novità contenuta nel decreto: anche tra le Regioni che si trovano in zona rossa e arancione sarà possibile spostarsi. Ad oggi lo poteva fare solo chi aveva comprovate esigenze di lavoro, salute o necessità, o chi faceva ritorno alla propria residenza, domicilio o abitazione. Dal 26 aprile, invece, chi si vuole spostare tra Regioni di coloro rosso o arancione lo potrà fare esibendo il nuovo Pass che sta preparando il governo sul modello del Green Certificate europeo. Si tratta di un documento che attesterà l’avvenuta vaccinazione, la guarigione dal Covid o l’esito negativo a tampone effettuato nelle 24 ore precedenti.

Le nuove regole sulla riapertura delle scuole
Per quanto riguarda le scuole, ci sono delle novità per le zone arancioni e gialle. Nell’area rossa le regole non cambiano: per le superiori la presenza è prevista da un 50% fino a un massimo del 75%. In quella gialla e arancione, invece, se in un primo momento si era ipotizzato un ritorno in presenza al 100% per ogni ordine e grado, alla fine per le superiori questo è stato rivisto da un minimo del 60% a un massimo del 100%, secondo una modalità più flessibile che tenga conto ogni volta dei singoli casi. Per scuole dell’infanzia, elementari e medie, invece, la didattica in presenza rimane al 100%.

Come cambiano le regole nelle zone rosse e arancioni
Sostanzialmente, le novità contenute nel decreto Covid del governo sulle riaperture riguardano le zone gialle. Per l’area arancione e rossa, invece, le regole non cambiano. Per sapere il colore delle diverse Regioni, come sempre, bisogna attendere il monitoraggio dell’Istituto superiore di sanità a cui seguono le ordinanze del ministro della Salute, Roberto Speranza.

fonte www.fanpage.it

Fonte : PositanoNews.it

Read More

Vico Equense, in America la gelateria “Vico” della famiglia Vanacore

Posted By : / 7 0

Riportiamo la bellissima storia pubblicata dalla pagina Facebook “Aequa News”: «Antonio Vanacore, figlio di Raffaele…

Riportiamo la bellissima storia pubblicata dalla pagina Facebook “Aequa News”: «Antonio Vanacore, figlio di Raffaele Vanacore (detto papele e nanora) e di Ester Orzo, di Massaquano di Vico Equense, partì da giovane per il New Jersey, negli Stati Uniti d’America insieme alle sue sorelle, intraprendendo il lavoro di commerciante. Di seguito ha conosciuto e sposato Lina Di Martino, di Sant’Andrea, anche lei negli States con la famiglia. Compagna di una vita: da questa unione sono nati Raffaele e Giacomo. Non c’è dubbio che Antonio ha trasmesso la sua passione di imprenditore ai suoi figli, che ancora oggi insieme gestiscono un avviato, conosciuto e molto frequentato ristorante e pizzeria con cucina italiana, napoletana e soprattutto Sorrentina. Proprio di recente, hanno sfidato la pandemia investendo in una nuova attività come omaggio al paese natio: è così nata la gelateria col nome “Vico”, difronte al loro attuale ristorante. Oggi Lina Di Martino in Vanacore è il pilastro di questa famiglia che è cresciuta con 4 nipoti. Ogni anno in estate tornano nella loro amata Massaquano, dove si sono anche sposati, per un periodo di meritato riposo. COVID permettendo, ritorneranno sempre nella loro amata città, perché Vico Equense è e sarà sempre nel loro cuore».

(foto di Aequa News)

Fonte : PositanoNews.it

Read More

Distretto Turistico Costa d’Amalfi. Turismo enogastronomico in evoluzione

Posted By : / 17 0

Il 22 aprile dalle 16.00 alle 18.00 live sul canale Facebook del Distretto Turistico Costa d’Amalfi

Distretto Turistico Costa d’Amalfi. Turismo enogastronomico in evoluzione.

Domani dalle 16 alle 18 live sul canale facebook del Distretto Turistico Costa d’Amalfi , il quinto appuntamento con il ciclo di masterclass Growth.

Turismo enogastronomico in evoluzione. Se ne parla con Roberta Garibaldi.

Ospiti: Andrea Ferraioli, Cantine Marisa Cuomo, Giacomo Miola, Gastronomictrekking.

Intro e Q&A con Andrea Ferraioli e Robert Piattelli.

Registrazione non richiesta.

IL DOCENTE

Roberta Garibaldi

E’ esperta di turismo enogastronomico, enoturismo e cultura, autrice di libri e saggi. Docente di Tourism Management presso l’Università degli Studi di Bergamo e fondatrice e presidente dell’Associazione Italian Turismo Enogastronomico.

Board member di ricerca e ambasciatore del World Food Travel Association è membro anche del board del World Gastronomy Institute da cui ha ricevuto una medaglia per la ricerca svolta e la diffusione dei temi riguardanti il turismo enogastronomici.

Collaboratrice e keynote speaker del UNWTO – Agenzia delle Nazioni Unite per il Turismo (World Tourism Organization) sui temi relativi al turismo enogastronomici. Membro del consiglio di Presidenza di Sistur – società italiana di Scienze del Turismo e membro di Atlas e Aiest, associazioni scientifiche internazionali degli esperti di turismo.

IL CORSO

Il turismo enogastronomico diventerà una delle leve per la ripartenza, poiché capace di intrecciare i nuovi bisogni dei turisti. E’ un turismo di prossimità che si svolge in aree rurali e in spazi agresti, aumentando la percezione di sicurezza degli ospiti. In questa masterclass Roberta Garibaldi illustrerà la crescita di rilevanza dell’enogastronomia nel settore del turismo, delineerà il profilo del turista enogastronomico sia nazionale sia internazionale e le esperienze che ricerca e come tali esperienze siano evolute nel corso del tempo. Infine, sottolineerà l’importanza dello storytellig per chi si occupa di enogastronomia turistica.

La masterclass verrà introdotta da Bonaventura Esposito, Distretto Turistico Costa d’ Amalfi e avrà come ospite Andrea Ferraioli, titolare de Cantine Marisa Cuomo, Raffaele Ferraioli, già sindaco di Furore, e Gaetano Bove, Tenuta San Francesco, Tramonti.

I 30 minuti finali della lezione saranno dedicati a una sessione aperta di Q&A guidata da Andrea Ferraioli, Presidente dell’Associazione Distretto Turistico Costa d’Amalfi, e Robert Piattelli, Engagement progetto Authentic Amalfi Coast, co-founder BTO Educational

L’evento, gratuito, è stato possibili grazie al contributo di generosi sponsor, fra cui Time Vision scarl,agenzia per il lavoro accreditata al Ministero e Agenzia per la formazione accreditata in Regione Campania e Lombardia, Il Centro C.S.C. Group di Salerno, società di consulenza in materia di Sicurezza sul lavoro e GDPR, Connectivia srl, operatore delle telecomunicazioni che ha cablato in fibra ottica la Costiera Amalfitana, Alden srl Consulenti d’impresa e Associazione Professionale Gatto Camera D’Avino.

Fonte : PositanoNews.it

Read More

Penisola sorrentina, Mario Iaccarino: “Cannavacciuolo grande opportunità per il territorio”. I complimenti da don Alfonso

Posted By : / 22 0

Positanonews intervista in esclusiva Mario Iaccarino, figlio del patron del ristorante due stelle Michelin di Sant’Agata sui due Golfi a Massa Lubrense “Don Alfonso 1890”, ecco cosa ne pensa della nuova attività in programma per Antonino Cannavacciuolo

La penisola sorrentina e Vico Equense è pronta ad accogliere la nuova attività di Antonino Cannavacciuolo. Il ritorno alle origini per Cannavacciuolo è apprezzato da molti, soprattutto dai suoi concittadini della frazione di Ticciano. I colleghi peninsulari di Antonino, tra l’altro, non hanno risparmiato complimenti e ammirazione per il gigante della gastronomia italiana.

Positanonews ha potuto intervistare in esclusiva Mario Iaccarino (a destra in foto), figlio dello chef don Alfonso, patron dell’omonimo ristorante a Sant’Agata sui due Golfi a Massa Lubrense. Mario è appena tornato dagli USA – dove don Alfonso ha finalmente aperto l’attività – e ci svela il suo pensiero riguardo questa nuova apertura che interesserà la costa di Sorrento.

La presenza di Cannavacciuolo in penisola sorrentina è una sfida? Assolutamente no – esordisce Mario, anzi è una grande opportunità per il territorio. Un grande risorsa e momento di crescita, oltre che miglioramento di tutto l’indotto. Non può che far bene a chi pensa alla qualità e alla professionalità.

Intanto procedono i lavori documentati in esclusiva da Positanonews. Saranno sei le camere, super accessoriate e di lusso, e per ognuna di queste vi sarà una persona come addetto. Immancabile la piscina riscaldata ed il ristorante, che troverà spazio nel piano inferiore, in quello che era l’antico frantoio.

Fonte : PositanoNews.it

Read More

“Mica pizza e fichi” su La7 si parla del Fior di latte di Tramonti

Posted By : / 17 0

Da circa un mese ogni domenica alle 11.35 va in onda su La7 la terza…

Da circa un mese ogni domenica alle 11.35 va in onda su La7 la terza stagione di Mica pizza e fichi, il format dedicato a uno dei simboli dell’identità culturale italiana e tra i cibi più noti, amati e celebrati nel mondo: la pizza.

Nella puntata di domenica scorsa Corrado Scaglione ha preparato quella che ha definito una “margherita nascosta”. L’ingrediente segreto e vincente di questa ricetta è proprio il Fior di latte di Tramonti, un prodotto unico del polmone della costiera amalfitana, apprezzato da turisti e non.

Il programma di La7 accompagna sa sempre i suoi spettatori in un viaggio in cui il mondo della cucina si incontra e si fonde con quello della narrativa. I suoi ospiti in tv, saranno scrittori e scrittrici pronti ad assaggiare i menù dei più grandi pizzaioli italiani.

Fonte : PositanoNews.it

Read More

Distretto Turistico Costa d’Amalfi – Viaggio fra le migliori espressioni enoiche italiane

Posted By : / 22 0

Non perdetevi il quarto appuntamento del ciclo di masterclass di formazione Growth promosso dal Distretto…

Non perdetevi il quarto appuntamento del ciclo di masterclass di formazione Growth promosso dal Distretto Turistico Costa d’Amalfi e a cura di Gambero Rosso

Parleremo di vino con Marco Sabellico, giornalista, curatore della guida di Gambero Rosso Vini d’Italia e volto della famosa trasmissione #stappacongamberorosso.

Quello della Costiera è un territorio che ha tradizioni enologiche e gastronomiche millenarie. Dai tempi della colonizzazione greca si intuirono le straordinarie potenzialità qualitative di questa terra capace di offrire prodotti di pregio, grazie ad un suolo e ad un clima unici e alla sapienza dell’uomo, che è riuscito sempre a valorizzarli realizzando prodotti dai sapori e dai profumi unici

Ospiti della Masterclass saranno: Nicoletta Gargiulo, Presidente dell’Associazione Italiana Sommelier della Campania, Luigi Reale, Titolare de Osteria Reale a Tramonti.

I 30 minuti finali della lezione saranno dedicati a una sessione di Q&A guidata da Andrea Ferraioli, Presidente dell’Associazione Distretto Turistico Costa d’Amalfi, e Robert Piattelli, Engagement progetto Authentic Amalfi Coast, co-founder di BTO Educational

L’evento, gratuito, è stato possibili grazie al contributo di generosi sponsor, fra cui Time Vision scarl, agenzia per il lavoro accreditata al Ministero e Agenzia per la formazione accreditata in Regione Campania e Lombardia, Il Centro C.S.C. Group di Salerno, società di consulenza in materia di Sicurezza sul lavoro e GDPR, Connectivia srl, operatore delle telecomunicazioni che ha cablato in fibra ottica la Costiera Amalfitana, Alden srl Consulenti d’impresa e Associazione Professionale Gatto Camera D’Avino.

Live sul canale Facebook del Distretto Turistico Costa d’Amalfi.

Qui i dettagli della masterclass
Registrazione all’evento non richiesta. 

Fonte : PositanoNews.it

Read More

Portici . Grande lutto del mondo della ristorazione partenopea: è morto a causa del covid all’età di 49 anni Mauro de Luca

Posted By : / 24 0

Portici ( Napoli ) . Grande lutto del mondo della ristorazione partenopea: è morto a…

Portici ( Napoli ) . Grande lutto del mondo della ristorazione partenopea: è morto a causa del covid all’età di 49 anni Mauro de Luca, imprenditore e inventore del marchio dei Panini Vesuviano Sciuè, amatissima catena di hamburgerie napoletane.
Una vera e propria autorità nell’ambito della ristorazione, tanto da creare negli anni una hamburgheria diventata nota in tutta la provincia di Napoli e non solo. Mauro De Luca, il ‘volto’ e creatore del marchio ‘Panino vesuviano Sciuè”,
Lo chef era originario di Portici ed aveva 49 anni.
A dare il triste annuncio la pagina social della paninoteca di Pomigliano d’Arco:
“Con estrema rassegnazione dobbiamo comunicarvi che Mauro, l’amico di tutti, il gigante buono, la nostra roccia, ci ha lasciato qualche ora fa causa Covid!
Speravamo che grazie alla sua irrefrenabile tenacia, superasse anche questa sfida. Siamo ancora increduli e sappiamo che sarà difficile girarsi e non trovarlo più alle nostre spalle, pronto a dispensare consigli… sempre pronto a rimboccarsi le maniche, a correre in cucina, a far assaggiare le novità che la mente aveva appena partorito o a condividere gli ingredienti di un panino! Per tutti noi resterà per sempre Mauro Sciuè, il gigante buono!“
Il toccante annuncio  ha subito visto arrivare messaggi di cordoglio sul web e sui social per un imprenditore che negli anni era diventato una istituzione. “Un professionista che prima di tutto è stato un grande amico”, lo definiscono da Tallioo, locale di San Giorgio a Cremano che a Mauro dedica un ricordo sui social. “Questo maledetto virus  ha portato via una persona eccezionale, un grande uomo”.
Dora Chiariello

Fonte : PositanoNews.it

Read More

Positano, si pensa a isola pedonale per ristoranti all’aperto: pronti a ripartire con tanti dubbi

Posted By : / 31 0

Intanto i ristoratori di Positano preparano un incontro con il sindaco Giuseppe Guida, riguardo eventuali concessioni pubbliche per garantire il servizio all’aperto come da disposizioni del Governo

L’Italia è pronta a ricominciare dopo una nuova batosta. Ci si affaccia, timidamente, verso nuove riaperture importanti per il business gastronomico. I ristoratori di Positano sono in fibrillazione per ripartire a mille con le proprie attività, e contattano Positanonews in cerca di chiarimenti.

Aprono i ristoranti, ma è vietato entrare

In zona gialla, dal 26 aprile a tutto il mese di maggio, sarà possibile pranzare o cenare solo nei luoghi di ristorazione con tavoli all’aperto. Dal primo giugno si mangia nei ristoranti con tavoli al chiuso solo a pranzo. In zona arancione sarà mantenuta la sola possibilità di asporto, così come in quella rossa.

Isole pedonali a Positano: pronti al confronto con il sindaco

Nella perla della costiera amalfitana si pensa di proporre un’isola pedonale per ampliare le possibili soluzioni di un ristorante all’aperto. Si tratta forse di un’utopia? Intanto gli operatori turistici sono pronti ad incontrare il sindaco Giuseppe Guida in settimana, e l’amministrazione si prepara a valutare tali proposte nell’ottica di una maggiore concessione di spazi pubblici.

area pedonale

Piovono dubbi per i ristoratori

Intanto, ci sono ancora molti nodi da sciogliere: i ristoranti dotati di “semi terrazza” come La Pergola, potranno garantire il servizio anche in tali aree? Sono considerati all’aperto o al chiuso? Nel mentre i clienti stanno a tavola e comincia a piovere o meglio arriva un temporale, devono rimanere per forza fuori sotto l’acqua ?  – commentano i ristoratori di Positano- Dove li dobbiamo mettere se dentro non possono entrare?

 chez black positano

Fonte : PositanoNews.it

Read More

Gli spaghetti alle vongole di Cannavacciuolo: lo chef svela il suo segreto per renderli cremosi

Posted By : / 40 0

Gli spaghetti alle vongole di Cannavacciuolo: lo chef svela il suo segreto per renderli cremosi….

Gli spaghetti alle vongole di Cannavacciuolo: lo chef svela il suo segreto per renderli cremosi. Un piatto di mare tipico delle nostre zone sono gli spaghetti alle vongole. Lo chef di Vico Equense, in Penisola Sorrentina, Antonino Cannavacciuolo in un programma natalizio ha condiviso la sua ricetta, svelando il suo segreto per renderli cremosi.

Ecco la ricetta:

Spaghetti alle vongole, Ingredienti

  • spaghetti, 280 gr
  • vongole veraci, 1 kg
  • aglio, 200 gr
  • latte
  • olio evo
  • sale
  • prezzemolo fresco

Preparazione

Iniziare a sbucciare l’aglio e privarlo dell’anima. Porlo in una ciotola ricoprendolo con il latte e avvolgere con una pellicola trasparente lasciando riposare in frigo per tutta la notte. Versare aglio e latte in un pentolino portando a bollore per qualche minuto. Scolare l’aglio e sciacquarlo sotto acqua corrente. Trasferire l’aglio in una pentola e ricoprire di nuovo con del latte.

Ripetere la medesima operazione per altre due volte. A questo punto portiamo l’acqua a bollore in una pentola dove dovrà essere calata la pasta. Preparare anche le vongole: scaldare un filo di olio in una pentola, aggiungere le vongole e versare un mestolo di acqua bollente. Prelevare le vongole che mano a mano si apriranno e abbiate cura di conservare il liquido di cottura per degli spaghetti alle vongole perfetti.

A questo punto frulliamo aglio con un po’ di olio e latte per ottenere una crema appena densa. Scolare gli spaghetti al dente nella padella dove precedentemente avete fatto aprire le vongole. Unire la salsa di aglio preparate e insaporire con prezzemolo.

Fonte : PositanoNews.it

Read More