Vico Equense. Gino Rivieccio a Le Axidie

Posted By : / 13 0

Vico Equense – Fine agosto all’insegna della comicità di Gino Rivieccio. L’attore, infatti, sarà con…

Vico Equense – Fine agosto all’insegna della comicità di Gino Rivieccio. L’attore, infatti, sarà con il suo Gino Rivieccio Show domani, lunedì 19 agosto all’Hotel & Resort Le Axidie di marina di Seiano a Vico Equense. Lo show del comico sarà incentrato sui temi più svariati dell’attualità, con particolare riferimento alla satira sociale e politica. Non mancheranno i cavalli di battaglia che hanno reso Rivieccio popolare in questi 38 anni di carriera. Insomma due ore di risate ma anche di grandi emozioni che solo un napoletano doc come Rivieccio sa rappresentare.

Fonte : PositanoNews.it

Read More

Grande attesa per Gusta Minori, dal 29 al 31 agosto

Posted By : / 11 0

Porpora: “Lungo le Vie del palato a Gusta Minori 2019 si potranno gustare gli ‘Ndunderi,…

Porpora: “Lungo le Vie del palato a Gusta Minori 2019 si potranno gustare gli ‘Ndunderi, piatto tipico della tradizione pastaia minorese del quale conosceremo la ricetta, ma anche la Scarola Natalina, il Sorbetto al limone con assaggio di Cicerenella e gli struffoli del Natale. Accadrà dal 29 al 31 Agosto a Minori”.

Buonocore: “La città sarà in versione natalizia. Con Accussia Natalea ben 200 comparse, 30 attori, l’atmosfera magica del ‘700 napoletano. Ed ancora visite al Sentiero dei Limoni, alla Villa Romana, mentre quattro scene teatrali si svolgeranno in contemporanea: nella Basilica di Santa Trofimena – Quanno nascette Ninno – in Piazza Garofalo ci sarà Te piace ‘o presepio, nell’Area Archeologica della Villa Romana la Terza Scena dedicata al Viaggio di Razzullo e Sarchiapone i due personaggi del Presepe Napoletano con dialoghi, canti e musiche aggiunte al testo della tradizione popolare nel corso dei secoli. La Quarta scena sarà Lacreme napulitane, in Piazza Umberto”.

Di Ruocco (Cuochi salernitani): “È grazie al loro lavoro che Minori si è conquistata l’attributo di Città del Gusto”.

 

“Quest’anno il popolo del Gusta Minori, il 29 – 30 e 31 Agosto, si siederà al tavolo della vigilia di Natale, il grande cenone che si consuma in famiglia nell’attesa di riversarsi per le strade per partecipare alle sacre funzioni della Nascita del Redentore. Con il Gusta Minori i prossimi 29, 30 e 31 agosto tornano “le vie del palato”, l’itinerario gastronomico che mette in tavola le prelibatezze del territorio di Minori”. Lo ha annunciato Antonio Porpora, Direttore di Produzione della XXIII esima edizione del Gusta Minori, l’evento per eccellenza che da più di 20 anni si svolge con successo in Costiera Amalfitana. Quest’anno, dal 29 al 31 Agosto, la nota cittadina della Costiera sarà città del Natale dando l’opportunità ai turisti balneari di vivere l’atmosfera natalizia, conoscere le pietanze ed i costumi tipici del Natale in Costiera.

“Lungo le Vie del palato e nei ristoranti – ha continuato Porpora – sarà possibile gustare ad esempio la Pizza fritta, la Caponata, gli ‘Ndunderi, piatto tipico della tradizione pastaia minorese. Da non dimenticare che Minori è conosciuta nel mondo anche per la lavorazione della pasta artigianale. Ma ancora sarà possibile gustare la pasta e fagioli, pietanza tipica del Natale a Minori, il Calamaretto, la Polpetta al pomodoro, la Scarola Natalina, il Sorbetto al Limone con assaggio di Cicerenella, gli immancabili struffoli accompagnati dal Limoncello e le meravigliose Melenzane con il cioccolato. Attenzione perché il 29 Agosto a Gusta Minori avremo la Zeppola Natalizia ed il vino tipico della tradizione minorese.  La stampa potrà assistere alla lavorazione della pasta, del limoncello grazie a specifici tour che faremo durante la tre giorni del Gusta Minori. I menu della XXIII esima edizione sono stati coordinati da Luigi Di Ruocco, Presidente dell’Associazione Cuochi Salernitani che ha inoltre concesso il patrocinio. Attese migliaia di persone. Un grande evento che offre l’opportunità di far conoscere al mondo le tradizioni della Costiera destagionalizzata e che ha avuto tra gli ideatori Carlo Mansi, ai tempi in cui la stessa era organizzata dall’associazione commercianti, e che oggi ha assunto l’incarico di capofila delle attività. Siamo dinanzi ad un lavoro di coordinamento enorme che vede insieme: l’Associazione Gusta Minori corporation, il Comune di Minori e le attività commerciali di Minori. Sebbene nella necessaria autonomia che si è deciso di attribuire alle attività commerciali, l’Associazione ha fornito un vitale supporto affinché si riacquistasse una pari dignità tra le vie dell’arte e del palato”.

Dalla archeologia con la Villa Romana, al Sentiero dei Limoni. A Minori la lavorazione della pasta artigianale.

“La stampa che verrà a Gusta Minori – ha dichiarato, Antonio Porpora, Direttore di Produzione dell’evento – avrà la grande opportunità di visitare, filmare e vedere la Villa Romana del I. Secolo d.C.  con esperti e storici del luogo ma anche di immergersi in un Sentiero meraviglioso per profumi e colori: il Sentiero dei Limoni. Un tempo i borghi della Costiera Amalfitana erano collegati da piccoli sentieri di montagna e mulattiere. Si tratta delle prime vie di comunicazione avute in Costiera. Una di queste è il Sentiero dei Limoni da Maiori a Minori e viceversa, passando per il pittoresco villaggio di Torre, con la chiesa di San Michele Arcangelo risalente al X secolo. Lussureggianti terrazzamenti di limoni, come non citare il limone “Costa d’Amalfi IGP”, sono protagonisti di questo sentiero davvero unico al mondo e che è possibile ammirare solo venendo in Costiera. Lunghe scalinate si fanno spazio tra casette bianche, limoneti e freschi cortili.  Dal belvedere della “mortella” (termine dialettale della pianta di mirto) si domina tutto il paese di Minori con l’imponente Basilica di Santa Trofimena ed il suo campanile, la spiaggia, Torre Paradiso, Ravello, le montagne di Scala ed Agerola e, più in lontananza, Amalfi ed Atrani.  Minori è la Città del Gusto, la patria della pasta artigianale della quale vedremo la lavorazione dal vivo!”.

Un grande evento organizzato dall’Associazione Gusta Minori Corporation in collaborazione con Scabec e Comune di Minori.

“Il fatto di aver riportato la gastronomia del Gusta Minori nelle cucine degli esercizi commerciali della città è un sicuro suggello della riuscita dell’iniziativa- ha affermato Luigi Di Ruocco, Presidente dell’Associazione Cuochi Salernitani – dell’alta qualità dei prodotti che saranno serviti. È grazie al loro lavoro che Minori si è conquistata l’attributo di Città del Gusto. Come pure non si può negare l’altissima professionalità dimostrata dall’Associazione Gusta Minori corporation o in questi 23 anni trasformando la primordiale sagra di paese in un evento di richiamo nazionale ed internazionale in grado di coniugare arte, spettacolo e gastronomia. In questo momento un pensiero grato e riconoscente va al compianto Ezio Falcone che negli anni ha saputo elevare la ristorazione del Gusta Minori a punte di eccellenze”.

In tutta la città sarà Natale. Con la Natività il 29 Agosto, i monumenti, i vicoli, le piazze saranno palcoscenico delle Vie dell’Arte. Stampa e cittadini, nel cuore della Costiera Amalfitana, vivranno l’atmosfera del Natale entrando nel ‘700 napoletano.

“Le atmosfere dell’opera “Accussì Natalea” che vedrà 200 comparse, 30 attori, con 18 spettacoli di cui ben 6 a sera e per 3 sere,  2 corpi di ballo, 4 scenografi, un allestimento che si preannuncia di grande effetto artistico ed emotivo, nei vicoli, nelle piazze – ha affermato Gerardo Buonocore, Direttore Artistico di Gusta Minori 2019 –  saranno innumerevoli ed eterogenee: un esempio sarà rappresentato dall’ambientazione del 700 Napoletano che si intreccerà in pochi secondi con sonorità e quadri Hip Hop, catapultando lo spettatore in una realtà virtuale di effetti speciali, con artisti ballerini, acrobati della break-dance.

Accussì Natalea” sarà a Gusta Minori 2019: un viaggio; un’esperienza che ci riporti temporaneamente indietro a ricreare ambienti magici, a regalare emozioni suggestive legate al periodo dell’anno più sentito, intriso di misteriose tradizioni, ma sarà Agosto. L’arte, in quanto tale, ha un valore assoluto e certamente non può essere limitata a momenti precisi e unici, ecco perché l’idea di proporre questo tema non è quella di far rivivere l’atmosfera natalizia nei sui aspetti puramente religiosi, ma bensì di estrapolare e riproporre in maniera del tutto originale e anche inedita, la parte laica del Natale, attraverso la ricca letteratura teatrale e musicale del nostro territorio”.  Tanti i nomi importanti ed i personaggi: Annarita Vitolo, l’Immacolata nell’ Amica Geniale, Fiction di grande successo andata in onda su Rai Uno e tratta dalle opere della scrittrice Elena Ferrante, Benedetto Casillo, emblema della napoletanità di Luciano De Crescenzo, filosofo-regista scomparso da pochi giorni e sepolto, per sua volontà, nella nostra Divina Costiera, Giovanni Mauriello, fondatore storico della Nuova Compagnia di Canto Popolare e” voce unica nel suo genere” delle opere del Maestro Roberto De Simone. A Minori un evento unico in Italia e non solo perché fondere le scenografie con le locations naturali, si caratterizza in particolar modo per l’interazione tra artisti professionisti, attori, cantanti, musicisti, insieme a centinaia di comparse del posto, che, con grande naturalezza riescono a diventare anche loro protagonisti”.

Presepi unici al mondo, scene natalizie, prodotti meravigliosi, la possibilità di assistere alla loro lavorazione artigianale, ma anche storia ed arte.

Ed ecco che mentre nella Basilica di Santa Trofimena avremo la scena di Quanno nascette Ninno – ha concluso Gerardo Buonocore, Direttore artistico di Gusta Minori – in Piazza Garofalo ci sarà Te piace ‘o presepio, nell’Area Archeologica della Villa Romana la Terza Scena dedicata al Viaggio di Razzullo e Sarchiapone i due personaggi del Presepe Napoletano con dialoghi, canti e musiche aggiunte al testo della tradizione popolare nel corso dei secoli. La Quarta scena sarà Lacreme napulitane, in Piazza Umberto. Porteremo a Gusta Minori la napoletanità ed il tema dell’immigrazione. Dall’esigenza, quindi, di presentare la Costa d’Amalfi nella sua veste “fuori stagione” emerge l’idea di anticipare le atmosfere natalizie in un caldo weekend di fine agosto. Il clima mite e le musiche e i testi del Natale rivivranno in “…Accussì Natalea”, un format ideato da Lucia Amato,  lo spettacolo del Gusta Minori 2019 dal 29 al 31 agosto”.

 

Fonte : PositanoNews.it

Read More

Positano, “Incanto Acustico”: il grande Enzo Anastasio in concerto

Posted By : / 14 0

Si conclude la speciale rassegna musicale “Incanto Acustico” a Positano. Grazie all’impegno del Comune e…

Si conclude la speciale rassegna musicale “Incanto Acustico” a Positano. Grazie all’impegno del Comune e dell’associazione musicale Quattro Quarti, è stato riproposto questo evento musicale che l’anno scorso ha riscosso un notevole successo nel borgo di Nocelle. Anche quest’anno saranno presenti tantissimi artisti promettenti, oltre ad altri già affermati: un modo questo di dare la possibilità ai più giovani di mettersi in luce in un palcoscenico così importante come quello di Positano.

Chiuderà l’evento il grande sassofonista Enzo Anastasio, il giorno 10 settembre alle ore 20,30 presso la Spiaggia Grande.

Il sassofonista e compositore partenopeo Enzo Anastasio eseguirà alcuni brani del suo primo album “Che Soddisfazione”, e presenterà il suo nuovo disco “Through The Sky”. Registrato negli USA ed in Italia, il disco è un ideale viaggio tra Napoli e gli Stati Uniti d’America, una passeggiata tra le vie delle due città fuse in una grazie ad un nuovo sound. Non a caso nel disco figurano alcuni dei migliori musicisti della scena internazionale: il batterista Gregg Bissonnette, il bassista Jimmy Earl ed il pianista/tastierista David Garfield. Nel disco figurano anche le voci di Cheryl Porter, Kalind Hayes e Kaita Kerr nella rilettura di For Your Love di Steve Wonder e la band di Anastasio.

Classe ’85, Anastasio suona il sax dall’età di 12 anni, inizia gli studi classici studiando con il M^ Andrea Pace presso il conservatorio “San Pietro a Majella”di Napoli; si diploma poi in sassofono con il M^ Luigi Cavallo presso il conservatorio “Giuseppe Martucci” di Salerno dove consegue successivamente col massimo dei voti la laurea di II livello in Jazz.

Partecipa a numerosi seminari e master con sassofonisti famosi (Dave Liebman, Bob Mintzer, Paul Jeffrey, Jean-Yves Formeau, Maurizio Giammarco,Max Ionata) e successivamente studia improvvisazione con Umberto Muselli (sassofonista,pianista e compositore). Fondatore della band partenopea “Midi Funk” pubblica nel 2005 il suo primo cd “Finalmente Funky” che comprende tracce inedite composte da suo padre Matteo Anastasio,il cd vede la collaborazione di Franco Giacoia,Fredy Malfi,Lello Somma,Mario Simeoli.

Con la sua band partecipa a numerosi concorsi,rassegne ed eventi live in moltissimi club Italiani. Nel novembre 2015 presenta alla discografia nazionale il suo primo cd come solista dal titolo “Che Soddisfazione…(instrumental Pino Daniele)” che vede la presenza di molti musicisti di rilievo Internazionale (Eric Marienthal,Adam Rogers,Fabrizio Bosso,Ernesto Vitolo,Massimo Moriconi,Amedeo Ariano,Alfonso Deidda,Pierpaolo Bisogno e tanti altri). Dal 2010 insegna educazione musicale e strumento nelle scuole medie Salesiane di Caserta e Napoli (Vomero),nel 2016/17 è anche docente di sassofono al liceo musicale “Gatto” di Agropoli.

Fonte : PositanoNews.it

Read More

Agerola. Consiglia Licciardi si esibisce “Sul Sentiero degli dei”

Posted By : / 54 0

Voce intensa e antica, martedì 20 Sui Sentieri degli Dei, Consiglia Licciardi conduce il pubblico in un viaggio musicale fra…

Voce intensa e antica, martedì 20 Sui Sentieri degli DeiConsiglia Licciardi conduce il pubblico in un viaggio musicale fra le immortali melodie della tradizione classica partenopea, arrangiate dal fratello Peppe.

La canzone napoletana, in qualunque angolo del mondo, sotto qualsiasi latitudine, è conosciuta ed apprezzata per le profonde suggestioni che riesce a risvegliare in chi l’ascolta. Consiglia Licciardi ne è stupenda interprete. Con una forza espressiva capace di puntare diritto all’anima, riesce a far emergere l’incantevole bellezza di pagine musicali scritte spesso dai più grandi poeti e compositori che Napoli abbia conosciuto.

ReginellaPassione e Torna maggio, tra i biglietti da visita di grande spessore artistico che, presentati attraverso una vocalità duttile, trascinante e in impeccabili arrangiamenti, riescono a far percepire all’orecchio e al cuore di chi le ascolta,l’inestimabile bellezza di una canzone senza tempo.

L’organico strumentale dello spettacolo riporta agli albori della canzone napoletana e è quello che ci si aspetta dalla tradizione: mandolino, chitarra di accompagnamento e chitarra solista.

INFO e BIGLIETTI

Piazza Paolo Capasso – (frazione Bomerano)

ore 21.00

Ingresso libero

Segreteria Festival

Pro Loco di Agerola, p.zza Paolo Capasso

081 8791064 – www.proagerola.it / www.agerolaonline.com

Fonte : PositanoNews.it

Read More

Amalfi. In arrivo il Capodanno Bizantino. Quest’anno il tema è il Paesaggio

Posted By : / 26 0

ph. Emanuele Anastasio   Comincia il conto alla rovescia per il Capodanno Bizantino. Amalfi e Atrani sono pronte…

ph. Emanuele Anastasio

 

Comincia il conto alla rovescia per il Capodanno BizantinoAmalfi e Atrani sono pronte a rituffarsi, il prossimo 31 agosto e 1 settembre, nella grandeur medioevale dell’Antica Repubblica Marinara con uno straordinario evento storico che trae spunto dall’eminenza politica delle civitates per offrire un carnet di appuntamenti di alto profilo culturale e spettacolare, che faranno da cornice alla proclamazione del nuovoMagister di Civiltà Amalfitana.

Il Paesaggio è il tema sul quale si basa la diciannovesima edizione della manifestazione. Il paesaggio di Amalfi e della Costiera, Patrimonio dell’Umanità Unesco che, per usare la definizione che utilizza il Comitato per il Patrimonio dell’Umanità “…rappresentano l’opera combinata della natura e dell’uomo“. Quell’opera mirabile ed eroica che fa di questo territorio un unicum a livello mondiale.

Il Capodanno Bizantino, organizzato dal Comune di Amalfi in collaborazione con il Comune di Atrani e il Centro di Cultura e Storia Amalfitana, e finanziato dalla Regione Campania nell’ambito del POC Campania 2014/2020 – “Eventi di Rilevanza Nazionale ed Internazionale”, giunge quest’anno alla XIX edizione, con la quale si prosegue nel solco della internazionalizzazione, avviata due anni fa con la nomina a Magister del maestro ceramista Josè Manuel Cargaleiro, e nel solco del rinnovamento, pur nel rispetto dell’aderenza storica della rievocazione, così come si è visto un anno fa con la nomina a Magister della prima donna della storia della manifestazione, la gallerista Lia Rumma.

L’appuntamento con l‘apertura del Capodanno Bizantino è per il 31 agosto e il 1° settembre, quando Amalfi e Atrani rievocano l’inizio dell’anno fiscale e giuridico nell’epoca dell’Impero d’Oriente, traendone spunto per una serie di celebrazioni e festeggiamenti che coinvolgerà cittadini, visitatori e turisti della Costiera in un emozionante viaggio che coniuga la centralità amministrativa e politica dell’Amalfi medievale al protagonismo culturale e turistico della città di oggi.

Il suggestivo Corteo Storico rievocativo, con oltre 100 figuranti in costume d’epoca, farà da cornice anche quest’anno alla cerimonia diinvestitura del Magister di Civiltà Amalfitana, con l’affascinante rito medievale ispirato all’incoronazione dei Duchi di Amalfi, suggellato dalla presenza dell’Arcivescovo di Amalfi – Cava de’ Tirreni, monsignor Orazio Soricelli.

L’evento si divide tra tradizione, approfondimento culturale e intrattenimento lungo un tema predefinito scelto proprio intorno al nome del Magister, mentre il titolo viene assegnato a una personalità, amalfitana d’origine o di adozione, che si è distinta per particolari meriti in uno dei settori di spicco dell’antica civiltà medievale e che sarà svelato solo a ridosso dell’evento.

Il programma del Capodanno Bizantino sarà inaugurato il 31 agosto nell’Arsenale della Repubblica con un convegno di studio. A seguire, l’intervista al Magister di Civiltà Amalfitana. Il 1° settembre spazio alla spettacolare rievocazione: toccherà all’imponente Corteo Storico, ancor più ricco di quello ammirato sfilare in occasione della Regata, accompagnare il Magister lungo il percorso che da Amalfi porta al sagrato della Cappella San Salvatore de’ Birecto di Atrani, dove ha luogo la cerimonia di investitura alla presenza dell’Arcivescovo.

Subito dopo, preceduto dai cento figuranti in costumi d’epoca, che celebrano col loro incedere l’apogeo della Repubblica di Amalfi intorno al Mille, il Magister raggiungerà la suggestiva scalinata della Cattedrale di S. Andrea ad Amalfi per la presentazione ufficiale alla cittadinanza.

LA STORIA

Nato da un’idea del medievalista amalfitano Giuseppe Gargano intorno al 1980, il Capodanno Bizantino si incentra sulla rievocazione dell’inizio dell’anno fiscale e giuridico nei territori dell’impero d’Oriente, che corrispondeva al 1° settembre, giorno nel quale entravano in carica i comites, cioè i capi della repubblica marinara di Amalfi nella sua fase aristocratica. Una prassi in voga dall’839, anno di nascita della repubblica autonoma, alla prima parte del X secolo, per poi essere ripresa con l’istituto dell’elezione annuale dei rappresentanti delle Università della Costa d’Amalfi nel 1266, in epoca angioina, e proseguire fino ai Borbone. Fin dalla sua fase progettuale, la manifestazione ha coinvolto i comuni di Amalfi e di Atrani, le uniche civitates della Repubblica Amalfitana almeno sino alla metà dell’XI secolo; teatro principale della rievocazione, la chiesa del S. Salvatore de Birecto di Atrani, cappella palatina e sede dell’incoronazione dei duchi di Amalfi, quindi luogo di pubbliche assemblee dei sindaci delle Università. La prima edizione del Capodanno Bizantino, realizzata per una felice intuizione dell’assessore al turismo dell’epoca Antonio Bottiglieri, si è svolta nel 1999 ed è proseguita fino ad oggi con un’unica pausa, avvenuta nel 2010, che ha segnato un cambio di passo e una svolta nella sua storia. Se nei primi anni, infatti, il focus della manifestazione era incentrato sui temi del diritto e della giurisprudenza, con il clou nell’assegnazione del titolo di “Duca di Amalfi – Maestro del Diritto” a nomi di spicco del mondo della giurisprudenza, tra cui Giovanni Conso e Sabino Cassese, dal 2011 si è deciso di allargare il campo alle personalità che hanno dato lustro alla storia amalfitana con l’investitura del “Magister di Civiltà Amalfitana”.


IL MAGISTER

Il titolo di Magister di Civiltà Amalfitana viene assegnato ogni anno a una personalità, amalfitana d’origine o di adozione, che si è distinta per particolari meriti in un settore della civiltà amalfitana medievale, dall’imprenditoria alla politica, dalla scienza alla marineria, che trovano un punto di fusione nell’invenzione della bussola, dall’arte alla religione, dal diritto alla solidarietà e diplomazia. Campi in cui la grandezza di Amalfi ha fatto scuola.

Ciascuno di questi campi è dedicato a un personaggio famoso della storia di Amalfi: il premio per l’Imprenditoria è intitolato a Mauro de Comite Maurone, ricco e nobile mercante amalfitano indicato come il fondatore di uno dei primi ospedali a Gerusalemme nella seconda metà dell’anno Mille. Al cardinale e teologo Pietro Capuano è dedicato quello per la Religione, quindi si ricordano il Duca Mansone I per la Politica, Lorenzo d’Amalfi, distintosi per l’originalità degli studi classici e dell’uso delle fonti, per la Scienza, Giovanni Augustariccio per il Diritto, il traduttore Giovanni d’Amalfi per l’Arte, il fondatore dell’ordine dei Cavalieri Ospitalieri – poi Cavalieri di Malta – fra’ Gerardo Sasso per la Solidarietà e la Diplomazia, e Flavio Gioia per la Marineria. La Commissione che assegna il titolo è composta dai Sindaci di Amalfi e di Atrani, dagli Assessori alla Cultura di Amalfi e di Atrani, dal Presidente del Centro di Cultura e Storia Amalfitana, dal medievalista Giuseppe Gargano e dallo storico dell’arte Giovanni Camelia, che furono con Bottiglieri gli ideatori del Capodanno Bizantino.

Fonte : PositanoNews.it

Read More

Federico Salvatore a Minori il 19 Agosto 2019 Molo d’attracco delle guardie costiere”. 21.00

Posted By : / 32 0

Lunedì 19 Agosto sarà Federico Salvatore ad esibirsi sul Pontile “Molo d’attracco delle guardie costiere”. I riflettori…

Lunedì 19 Agosto sarà Federico Salvatore ad esibirsi sul Pontile “Molo d’attracco delle guardie costiere”.

I riflettori del Pontile delle Stelle saranno puntati su un cantastorie dei nostri giorni che si muove funambolico, tra denunce sociali e momenti di poesia, affidate all’orecchio dell’ascoltatore come un montaggio cinematografico all’occhio dello spettatore.

Oltre un’ora di canto-racconto fra l’ironia, l’umorismo e la comicità, fra canzoni e monologhi di un 50 enne napoletano che si guarda allo specchio. L’immagine riflessa è quella di un individuo che a furia di posteggi – routine, ha finito per posteggiare la sua personalità in un parcheggio dimenticato.

E allora la memoria si vendica!

Accompagnato sul palco da 2 musicisti di grande esperienza: Luigi Zaccheo (pianoforte e tastiere) e Giacomo Anselmi (chitarre), l’eterna querelle tra Federico e Salvatore torna stilizzata nella giustapposizione tra sonorità elettriche ed acustiche.

Federico Salvatore a Minori il 19 Agosto 2019  Molo d’attracco delle guardie costiere”.  21.00

Lo spettacolo oltre ad alcuni grandi successi del passato come Azz, Ninna Nanna, Incidente al Vomero raccoglie brani scelti dagli ultimi lavori discografici.

Lo show live in acustico di Federico Salvatore sarà il secondo appuntamento della rassegna “Le vie dell’arte e del palato in costa d’Amalfi”, anche quest’anno coordinata e diretta da Christian Merli, che ha già registrato grande successo di critica e pubblico con il primo appuntamento affidato allo straordinario Francesco Cicchella il 13 agosto scorso.

Gli appuntamenti precedono la tre giorni del Gusta Minori giunto alla XXIII edizione. Il 29, 30 e 31 agosto Minori conferma d’essere la Città del Gusto proponendo un magnifico appuntamento in cui l’arte incontra la gastronomia per promuovere la cultura e le eccellenze della laboriosa e creativa popolazione della Costa d’Amalfi.

“Ospitare Federico Salvatore a Minori è un grande onore. Un artista che con simpatia e semplicità lancia messaggi, appelli e importanti spunti di riflessione. Completo artisticamente nei sui show è in grado di mettere a confronto se stesso con se stesso, mettendo da parte egoismi e orgogli, spronando inconsciamente il pubblico a fare lo stesso. In un periodo di grande superficialità è doveroso proporre alla comunità esempi positivi che aiutino a riattivare l’individuale capacità d’analisi troppo spesso offuscata da fake news ed informazioni parziali” ha dichiarato Andrea Reale, Sindaco di Minori. “Abbiamo, anche quest’anno, puntato sulla qualità e sull’investimento culturale e continueremo con appuntamenti quotidiani sino a fine stagione. Il 14 settembre chiuderà la rassegna 2019 Neri Marcorè con Le mie canzoni altrui”

Ancora pochi giorni per comperare i tagliandi d’ingresso.

Fonte : PositanoNews.it

Read More

Musica. La Rotary Youth Chamber Orchestra in concerto a Sorrento

Posted By : / 25 0

Giovedì 22 agosto, alle ore 20.30, a Villa Fiorentino, con il patrocinio del Comune di…

Giovedì 22 agosto, alle ore 20.30, a Villa Fiorentino, con il patrocinio del Comune di Sorrento e della Fondazione Sorrento ed il sostegno dell’Inner Wheel Club Sorrento, si terrà il concerto della Rotary Youth Chamber Orchestra diretta dal maestro Bernardo Maria Sannino.

L’orchestra, fondata da Maria Sbeglia, è un’orchestra d’archi giovanile nata con l’intento di offrire a giovani e talentuosi musicisti l’opportunità di creare un organico stabile che possa crescere e diventare un punto di riferimento nel panorama musicale del nostro territorio.

Attraverso lo slogan “adotta un orchestrale” numerosi club Rotary, affiancati da Rotaract, Interact, Inner Wheel, altre associazioni, aziende e privati hanno offerto borse di studio ai giovani orchestrali.

Album di Default

L’orchestra è composta da giovani musicisti di grande talento tra i 18 e i 30 anni che provengono dai conservatori campani.

Il ricavato della serata, promossa dal Rotary Club Sorrento, presieduto da Antonio Ruocco, sarà destinato ad attività di service dei club.

Il contributo è di 20 euro e gli inviti sono disponibili presso la Fondazione Sorrento. Info al numero 0818782284

Fonte : PositanoNews.it

Read More

Titti Marrone presenta a Sorrento “La donna capovolta”

Posted By : / 36 0

Sabato 17 agosto, alle ore 19, al chiostro di San Francesco di Sorrento, Titti Marrone…

Sabato 17 agosto, alle ore 19, al chiostro di San Francesco di Sorrento, Titti Marrone presenterà il suo romanzo dal titolo “La donna capovolta”, edito da Iacobelli Editore.

L’incontro, organizzato con il patrocinio del Comune di Sorrento, sarà moderato dalla giornalista e scrittrice Giuliana Gargiulo.

Le pagine del volume raccontano la storia di Eleonora, una filosofa che insegna studi di genere, frequenta amici intellettuali e progressisti, ha un marito narciso e una figlia all’estero. Tutto bene? No, non proprio, perché – complice l’età che avanza – Eleonora si trova in preda a una sorta di spaesamento interiore. Forse perché ha un’anziana madre demente da accudire. Alina è una efficientissima badante moldava ingaggiata per alleviare Eleonora dalle incombenze di cura della madre. Il confronto tra le due donne è come una deflagrazione: si specchiano l’una nell’altra e si detestano per questo. Pensano di essere diversissime e invece sono legate da una reciproca dipendenza che non riescono a tollerare. Entrambe si trovano d’un tratto, a essere tradite, deluse dove meno se l’aspettavano.

E nel romanzo di Titti Marrone ciascuna racconta la sua esistenza direttamente, per la sua parte, in brevi, spietati e a volte ironici lampi di coscienza contrapposti: un susseguirsi di personaggi e d’involontaria feroce comicità sulla vecchiaia, la malattia, i piccoli trucchi per fuggire dalle responsabilità.

Fonte : PositanoNews.it

Read More

Positano. Pronti per il Ferragosto On The Rock. Non perdere tutti gli eventi del Music

Posted By : / 44 0

Pronto a festeggiare la vigilia di Ferragosto e il Ferragosto nella discoteca più straordinaria di…

Pronto a festeggiare la vigilia di Ferragosto e il Ferragosto nella discoteca più straordinaria di Positano.

Questo è IL FERRAGOSTO ON THE ROCKS. Non perderti lo speciale quartetto di super eventi del 14, 15, 16 e 17 agosto solo al Music on The Rocks

ferragosto on the rocks

14|8 “Una Notte Italiana” Guest Live Show by Maurizio Filisdeo
15|8 #Ferragostontherocks From Articolo 31 Dj Jad & Wlady
16|8 Dance Machine With Dj Cerchietto
17|8 #ILOVEFS Guest Dj Federico Scavo


Every nights Dj Max Zotti + Emsi Gallo+ Marco Rovezzi Live Show

Infoline +393336565269 Antonio Attanasio

Fonte : PositanoNews.it

Read More

AGEROLA SUI SENTIERI DEGLI DEI: sabato 17 secondo appuntamento di Libri in corte con Pino Imperatore

Posted By : / 43 0

Proseguono i pomeriggi letterari di Libri in Corte con il giornalista e scrittore Flavio Pagano fra libri,…

Proseguono i pomeriggi letterari di Libri in Corte con il giornalista e scrittore Flavio Pagano fra libri, autori e personaggi, per discutere a tutto tondo dei grandi temi dell’attualità e del loro riflesso nella letteratura.

PINO IMPERATORE

È trascorso quasi un anno da quando il giornalista e scrittore partenopeo Pino Imperatore ci ha trasportati tra i vicoli di Napoli dando vita a un giallo dal sapore decisamente insolito, anche nel titolo Aglio, olio e assassino. Nella seconda avventura di questa serie di noir umoristici – come sono stati definiti gli scritti di Imperatore dal quotidiano La Stampa – che sarà presentata sabato 17 agosto, i protagonisti devono fare i conti con una misteriosa sparizione. Con tanto affetto ti ammazzerò è un giallo insolito, che si legge velocemente e che è una nuova dichiarazione d’amore dell’autore alla città di Napoli.

Da quest’anno i pomeriggi di Libri in corte tornano ad animare la corte dello storico Palazzo Acampora, uno dei rari esempi di architettura patrizia dell’alta costiera amalfitana, dimora di personalità di spicco della politica e della cultura italiana, tra cui il compositore Francesco Cilea, che ad Agerola trascorreva abitualmente le vacanze estive. Si narra che sui tasti del grande pianoforte del salone delle feste di palazzo Acampora, Cilea compose le prime note di Il Lamento di Federico, la romanza a cui è legata la fortuna dell’opera L’Arlesiana.

 

Fonte : PositanoNews.it

Read More