Carmine Pinto a Sorrento per conferenza sul Brigantaggio.

Posted By : / 55 0

Martedi 4 agosto 2020 alle ore 18.00 presso il Chiostro di San Francesco.

Martedi 4 agosto 2020 alle ore 18.00 presso il Chiostro di San Francesco.

Generico luglio 2020

Fonte : PositanoNews.it

Read More

“VENUSTAS. Grazia e bellezza a Pompei”

Posted By : / 65 0

Creme, trucchi, bagni di profumo, specchi per ammirarsi, ornamenti per abiti e gioielli, amuleti, statuette…

Creme, trucchi, bagni di profumo, specchi per ammirarsi, ornamenti per abiti e gioielli, amuleti, statuette e preziosi dedicati agli dei. Oggetti di vezzo e di moda per inseguire un’ideale di perfezione e bellezza. Oggi come nell’antichità.

VENUSTAS in una sola parola. Ovvero la “bellezza, la grazia, l’eleganza, il fascino”. Il termine latino riassume perfettamente questi ideali ricercati e ambiti, in particolare dal mondo femminile in ogni epoca, e dà nome alla ricca esposizione che apre al pubblico alla Palestra grande (portico orientale) degli scavi di Pompei, il 31 luglio 2020 fino al 31 gennaio 2021.

Un’immersione in quelli che erano i canoni e i gusti estetici delle popolazioni dell’area vesuviana in epoche antiche (dall’ VIII/VII sec a. C. al I sec. d. C.), sulla base dei reperti, circa 300, rinvenuti nei vari siti del Parco Archeologico di Pompei: il villaggio protostorico di Poggiomarino, le necropoli protostoriche di Striano e quella di Età Arcaica di Stabia, i santuari di Pompei e di Stabia, le ville di Oplontis e Terzigno, ed infine l’abitato dell’antica Pompei ed il suo circondario.

Uno sguardo a un aspetto della vita quotidiana delle epoche passate, quello della bellezza e della gioia di vivere, interrotta con violenza dalla furia del Vesuvio.

La mostra è organizzata dal Parco archeologico di Pompei e sarà presentata in anteprima alla stampa, giovedì 30 luglio alle ore 12,00.

 Con l’occasione e in linea con il tema della mostra, si inserisce negli itinerari unidirezionali di visita previsti dal Parco, anche la casa degli Amanti, che prende nome dal verso inciso in un quadretto, rinvenuto nel portico del giardino: Amantes, ut apes, vitam melitam exigunt (Gli amanti conducono, come le api, una vita dolce come il miele).

La Domus era stata aperta al pubblico lo scorso novembre dopo gli interventi di messa in sicurezza. Al fine di consentirne la visita, nel pieno rispetto delle misure previste dalla attuale normativa sanitaria, l’accesso alla Domus è stato adeguato, prevedendo un  ingresso e un’ uscita separati.

“VENUSTAS. Grazia e bellezza a Pompei”

Fonte : PositanoNews.it

Read More

I MOTI DEL 1820 A NAPOLI. CONFERENZA ALLA VILLA POMPEIANA

Posted By : / 60 0

Lunedi 27 luglio 2020, presso la Villa Pompeiana dell’Hotel Syrene Bellevue, alle ore 18.00 conferenza…

Lunedi 27 luglio 2020, presso la Villa Pompeiana dell’Hotel Syrene Bellevue, alle ore 18.00 conferenza del prof Monsagrati, dell’università di Rome, sui moti del risorgimento.

Generico luglio 2020

Giuseppe Monsagrati ha insegnato dal 1969 al 2010 Storia del Risorgimento e poi Storia contemporanea nella Facoltà di Lettere dell’Università di Roma “La Sapienza”. Collocato a riposo su richiesta, attualmente ha un contratto come docente di Storia contemporanea nell’Università telematica “Uninettuno”. Fa parte del comitato scientifico di alcune riviste (Dimensioni e problemi della ricerca storica, Roma moderna e contemporanea, Rassegna storica del Risorgimento).Dal 1998 al 2010 è stato redattore del Dizionario biografico degli Italiani per il quale ha diretto la sezione di Storia contemporanea.

Tra i temi della sua ricerca il principale è quello relativo all’area democratica nel Risorgimento e alle sue relazioni trans-nazionali, relazioni sia di carattere organizzativo che di confronto, discussione, appartenenza culturale e ideologica, circolazione delle idee. A tali temi e in particolare alla figura di Mazzini e dei suoi collaboratori ha dedicato numerosi saggi, varie biografie pubblicate nel Dizionario biografico degli Italiani, tre volumi dell’Epistolario di Garibaldi e una lunga serie di studi sulla Repubblica romana del 1849 culminati di recente in una monografia. Funzionale a questi interessi è l’attività di consulenza ancora in corso con il Museo della Repubblica romana con il quale ha partecipato all’organizzazione di due cicli di conferenze volte a illustrare momenti e protagonisti della storia della Repubblica.

Altro filone di studio è quello relativo alla storia di Roma intesa sia come storia della Chiesa e delle sue strutture di governo sia come storia della città, della sua popolazione, della valenza simbolica da essa assunta nel corso del Risorgimento.

Quanto alla prospettiva sovranazionale, l’ha messa in atto cin la partecipazione ai cinque volumi sulle relazioni tra l’Italia e gli Stati Uniti dal Risorgimento al fascismo pubblicati per cura del Centro di studi americani di Roma.

Generico luglio 2020

Fonte : PositanoNews.it

Read More

Minori. Un ricco calendario di appuntamenti nella città della costiera amalfitana

Posted By : / 74 0

Dal 24 al 26 luglio presso il Lungomare California Mercatini dell’artigianato a cura dell’Associazione Ranch…

Dal 24 al 26 luglio presso il Lungomare California Mercatini dell’artigianato a cura dell’Associazione Ranch Star.

Il 27 luglio alle ore 21.00 in Piazzetta Magg. Garofalo Serata Memorial Alfonso Lembo, a cura dei Piazza Cantilena,

Il 28 luglio alle ore 20.30 presso Largo Solaio de’ Pastai Incontri d’Autore con Luciana Borsatti “L’Iran al tempo di Trump” e Claudia Conte “Soffi vitali. Quando il cuore ricomincia a battere”.

Dal 29 al 31 luglio in Piazzetta Magg. Garofalo “Schermi d’Arte 2020” ideato e diretto da Paolo Spirito.

Il 29 luglio alle ore 21.30 Tribute to M° Ennio Morricone e Tribute To Alberto Sordi

Il 30 luglio alle ore 18.30 Tribute to Federico Fellini ed alle 21.30 “Che strano chiamarsi Federico” di Ettore Scola.

Il 31 luglio alle ore 21.30 Tribute to Giuliano Montaldo “Tutto quello che vuoi” di Francesco Bruni.

Dal 31 luglio al 2 agosto presso il Lungomare California Mercatini dell’artigianato a cura dell’Associazione La Soffitta in piazza.

L’1 agosto alle ore 21.00 nella Piazzetta Magg. Garofalo Incontri d’Autore con Alfonso Bottone “Maria storie di ragionevole follia.

Minori

Fonte : PositanoNews.it

Read More

Minori. Appuntamento con il “Mediterraneo Horn Meeting” ed altri eventi da non perdere

Posted By : / 70 0

Minori. “Questa sera navigheremo su un Traghetto tra i suoni del mare lungo la Costiera….

Minori. “Questa sera navigheremo su un Traghetto tra i suoni del mare lungo la Costiera. Alle ore 19 e 30 il “Mediterraneo Horn Meeting a Minori”. Alle ore 21 invece, in piazza Maggiore Garofalo, concerto degli allievi partecipanti alla masterclass e dei loro maestri sulle note di Ennio Morricone”. Lo ha dichiarato Andrea Reale, sindaco di Minori, nell’annunciare una serata – evento davvero particolare. In navigazione al tramonto con musiche dal vivo per il “Mediterraneo Horn Meeting” in corso a Minori. Ma la città del Gusto sta per ospitare un altro grande ed innovativo evento tutto dedicato al Cinema italiano.

“Il 29 Luglio l’inizio del grande evento “Schermi d’Arte 2020” una bellissima rassegna cinematografica – ha proseguito Reale – con inediti in anteprima dedicati ad Alberto Sordi, Federico Fellini, Giuliano Montaldo. Un grande evento possibile grazie all’Assessore alla Cultura, Paola Mansi ed all’ideatore Paolo Spirito.

La terza edizione della Rassegna Cinematografica “Minori, Schermi d’Arte 2020” si apre con un doveroso e affettuoso Tribute alla Musica immortale del M° Ennio Morricone, scomparso lo scorso 6 luglio, con la riproposizione del Live di “Once Upon A Time In America” (Deborah’s Theme) dall’Auditorium “Arturo Toscanini” di Torino, Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai, 24 marzo 2012.
L’attuale Rassegna cade nell’anno in cui si celebrano due importantissimi Centenari nella Storia del Cinema: Federico Fellini e Alberto Sordi che a Minori saranno ricordati da due stupendi film di Fabrizio Corallo e di Ettore Scola e da un altrettanto avvincente libro di Italo Moscati.
Il loro Cinema vive e vivrà per sempre nell’affetto del pubblico e nell’esegesi critica come altissima testimonianza del talento innato nel raccontare, sublimare, eternare la commedia umana dei sogni e delle passioni degli Italiani del XX° secolo.
Infine un affettuoso e doveroso Tribute al decano dei Registi italiani, Giuliano Montaldo, novant’anni portati con entusiasmo e voglia di fare ancora Cinema, questa volta in veste di Attore nel bellissimo film di Francesci Bruni “Tutto quello che vuoi” del 2017, uno dei migliori film italiani degli ultimi tempi che fa riflettere, mentre si ride e ci si commuove. Con un linguaggio narrativo fresco e profondo, pieno di attenzione a dettagli tanto importanti quanto trattenuti, per non scivolare nella retorica o nella patetica macchiettistica, Bruni rappresenta l’ incontro e l’inevitabile confronto, tra un ragazzo ventiduenne coatto, trasteverino, ignorante e senza programmi e un ottantacinquenne poeta, ormai dimenticato, con un ricco passato di rapporti umani, culturali ed esperienze belliche, che nella mente si è offuscato e allontanato oltre che per solitudine per un morbo di Alzheimer incipiente”.
Una grande kermesse ideata da Paolo Spirito, regista, programmista, autore di programmi televisivi nazionali.

“Inizieremo Mercoledì 29 luglio – ha affermato Paolo Spirito – con “Once Upon A Time In America”-Deborah’s Theme- Live Auditorium “Arturo Toscanini” di Torino, Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai dedicato ad Ennio Morricone e con un tributo ad Alberto Sordi nel centenario della nascita con “Siamo tutti Alberto Sordi”, di Fabrizio Corallo, Italia, 2020, durata 75′, prodotto dalla Surf Film, Dean Film, Sky Arte e La7.
Nel Centenario della nascita di Alberto Sordi il film indaga a fondo nella vita umana e professionale di un’icona del cinema contemporaneo italiano, che ne analizza la poetica, il talento, la maschera. E lo fa in modo corale, coinvolgendo tutti i big del cinema che hanno lavorato con lui, o che lo hanno conosciuto da vicino. Poi proseguiremo Giovedì 30 Luglio, alle ore 18 e 30 con TRIBUTE TO FEDERICO FELLINI 1920-2020.
“Federico Fellini cent’anni: Film, Amori, Marmi”, di Italo Moscati, Castelvecchi Editore, alla presenza dell’Autore

Un libro stupendo questo di Italo Moscati “Federico Fellini cent’anni: film, amori, marmi”, Castelvecchi Editore. Alle ore 21 e 30 “Che strano chiamarsi Federico” di Ettore Scola, Italia, 2013, durata 93’, prodotto da Palomar, Istituto Luce Cinecittà, PayperMoon Italia, Rai Cinema, con il contributo del MiBact.
Il film è un ricordo/ritratto di Federico Fellini, raccontato da Ettore Scola in occasione del ventennale della morte del grande regista. Ed infine Venerdì 31 Luglio, alle ore 21 e 30, TRIBUTE TO GIULIANO MONTALDO con “Tutto quello che vuoi” di Francesco Bruni, Italia, 2017, durata 106′, liberamente ispirato al romanzo del 2008 “Poco più di niente” di Cosimo Calamini, Produzione IBC Movie, Distribuzione 01

Tutto quello che vuoi ha vinto due Nastri d’argento, nel 2017: quello per la Migliore sceneggiatura, vinto da Francesco Bruni, e un Premio speciale, assegnato nella stessa occasione a Giuliano Montaldo.
Nel 2018, ai David di Donatello, sono arrivati altri due riconoscimento: il primo è andato nuovamente a Giuliano Montaldo in qualità di Miglior attore non protagonista. Francesco Bruni invece s’è aggiudicato il David giovani per la pellicola”.

Altri eventi importanti: a Minori, Lunedì 27 Luglio, alle ore 21, presso Piazzetta Maggiore Garofalo, serata “Memorial Alfonso Lembo” a cura di Piazza Cantilena. Tutte le informazioni a infopoint@distrettocostadamalfi.it

Fonte : PositanoNews.it

Read More

Escursione guidata per gli scavi di Stabia con Gegè Lorenzano . Partenza da Meta alle 9

Posted By : / 85 0

Meta ( Napoli ) Una escursione con Gegè Lorenzano, una delle storiche guide della Campania…

Meta ( Napoli ) Una escursione con Gegè Lorenzano, una delle storiche guide della Campania con una cultura straordinaria. Ll’escursione agli scavi di Stabia, nella vicina Castellammare di Stabia, alternativa a Pompei, è prevista per  Domenica 26 Luglio. L’ingresso agli scavi è gratuito. Il servizio guida é di 10 € a persona, qualora si superassero le 10 persone sarà invece di 8 € a persona.
Daremo appuntamento alla chiesa della Madonna del Lauro a Meta Sorrento alle ore 09.00 oppure direttamente all’esterno degli scavi archeologici di Villa s. Marco a Castellammare di Stabia ( frazione Vairano).
Potete prenotarvi chiamando al numero 347-3333169

Fonte : PositanoNews.it

Read More

Da Galealto a Torrismondo. oggi con Salemi all’Istituto Tasso

Posted By : / 83 0

Nell’ambito del ciclo di conferenze dell’Istituto di Cultura Torquato Tasso, presieduto da Luciano Russo, il…

Nell’ambito del ciclo di conferenze dell’Istituto di Cultura Torquato Tasso, presieduto da Luciano Russo, il 24 luglio, alle ore 18.00, presso la Villa Pompeiana di Sorrento, si terra incontro con la studiosa Elisabetta Selmi  docente dell’Università di Padova.

“Galealto re di Norvegia”

Tasso inizia a scrivere la tragedia Galealto re di Norvegia nel 1573 e la lascia interrotta alla IV scena del II atto; nel 1586 quando esce dall’Ospedale di Sant’Anna, la riprende e la termina con un nuovo titolo: Re Torrismondo. La storia, molto complessa, è ambientata in un aspro paesaggio nordico e ha come tema il conflitto tra amicizia e amore, da una parte, e dall’altra, quello dell’incesto involontario dei due protagonisti.[1].Torrismondo infatti ama Alvida nonostante sia la promessa sposa del suo caro amico Germondo, re di Svezia. Torrismondo e Alvida, però, sono fratelli e quando scoprono la tragica verità si uccidono.

Re Torrismondo segue gli schemi della tragedia classica – in particolare dell’Edipo Re di Sofocle – ma sente anche l’influenza delle tragedie di Seneca, dove predomina il gusto per i temi torbidi e cupi e per le passioni violente. Nell’opera di Tasso, però, il vero dramma è dato dal conflitto fra opposti sentimenti che lacerano i personaggi, descritti come pedine nelle mani di un destino inappellabile e crudele.

 


[1] Tasso aveva interesse e curiosità per le leggende nordiche. Fra le sue letture figura l’Historia de gentibus septentrionalibus di Olao Magno, umanista ed ecclesiastico svedese vissuto a Venezia e a Roma, dove morì nel 1557. Nella sua opera, Olao Magno descrive le usanze e le credenze della sua gente, le tecniche agricole e belliche, l’ambiente naturale. Gli ultimi sei libri sono dedicati agli animali, domestici e selvatici, compresi i mostri che si credeva vivessero nel fondo marino. L’Historia, tradotta e pubblicata in moltissime lingue, divenne il testo di riferimento per chi voleva conoscere le caratteristiche dei popoli scandinavi.

Il Galealto e il re Torrismondo

Inizialmente intitolata Galealto re di Norvegia ma una volta ripresa dopo la prigione,conclude la tragedia e le cambia nome. La vicenda si svolge in un paesaggio nordico e si incentra sull’incesto fra il Re Torrismondo e la sorella Alvida da lui pregata di sposare Germondo. liguaggio rotto e aspro scritto secondo i precetti di Aristotele.  Il galealto e il re Torrismondo

Elisabetta Selmi insegna letteratura italiana e letteratura teatrale del Medioevo e del Rinascimento presso l’Università di Padova. Nei suoi indirizzi di ricerca si è dedicata a vari generi della letteratura del Cinquecento, del Seicento e del primo Settecento. Riguardo alla tradizione drammatica si è occupata di teatro umanistico, del Cinquecento, del Settecento e del primo Ottocento con particolare riferimento all’opera di Francesco Conti, di Tasso, di Guarini, di Metastasio, e al dibattito drammaturgico del «Conciliatore» (Giuseppe Nicolini e Giovita Scalvini). Si è interessata, fra l’altro, della tradizione della favola pastorale fra Cinquecento e Settecento e della letteratura e del teatro religioso cinque-seicenteschi. È membro del comitato scientifico per l’Edizione Nazionale delle Opere di Giovita Scalvini, fa parte del comitato scientifico della collana Filologie nel lungo Rinascimento. Collana di studi storici e letterari, ed è nel comitato direttivo della Collana Scena arborata. Testi di Teatro dei secoli XVI e XVII. È socia del Centro Nazionale di Studi Tassiani. Fa parte del Progetto coordinato dall’Università di Cagliari sull’Esemplarità di Torquato Tasso nella cultura letteraria italiana e negli sviluppi dell’arte drammatica, con l’allestimento in corso di un Sito informatico di Edizioni di testi drammatici di ripresa tassiana.

PUBLICATIONS

Monografie ed edizioni

  1. Pietro Metastasio, Estratto dell’Arte poetica di Aristotile. Edizione e commento a cura di E. Selmi Palermo, Novecento. Collana Poetica (in collaborazione con l’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici), 1998, pp. 3-240.
  2. Battista Guarini, Il Pastor Fido. Edizione e commento a cura di E. Selmi, Venezia, Letteratura Universale Marsilio, 1999 (ristampa 2014), pp. 25-475
  3. Elisabetta Selmi, Classici e Moderni nell’officina del Pastor Fido, Alessandria, Edizioni dell’Orso, 2001, pp. 1-300
  4. Francesco Conti, Il Theoandrothanatos, traduzione di G. Gardenal, Introduzione e commento a cura di E. Selmi, Brescia, Annali Queriniani, 2003, pp. 1-308
  5. Guido Casoni, Della Magia d’Amore. Edizione e commento a cura di E. Selmi, Torino, Res, 2004, pp. 9-170
  6. Poesia e Retorica del sacro fra Cinquecento e Seicento, a cura di E. Ardissino e E. Selmi, Alessandria, Edizioni dell’Orso, 2008, pp. 1-600
  7. Visibile Teologia. Il libro sacro figurato in Italia fra Cinquecento e Seicento, Roma, Edizioni di Storia e Letteratura, 2012, a cura di E. Ardissino e E. Selmi, pp. 2-580

 

Articoli recenti di bibliografia teatrale

  1. “Verso le cose di Settentrione”. Olao Magno nella Letteratura del Cinquecento e nel Torrismondo, in Atti del Convegno di Padova 2006, Il mito e la rappresentazione del Nord nella tradizione letteraria, Roma, Salerno, 2008, pp. 69-103.
  2. Dai Dialoghi del Tasso ai Trattati del Guarini: Primi sondaggi sui temi dell’Amore e del Fato, in Atti del Convegno di Padova 2003 Rime e Lettere di Battista Guarini, Alessandria, Edizioni dell’Orso, 2008, p. 505-567
  3. Il prologo del Pastor Fido, in L’Incipit dei testi della letteratura italiana, a cura di P. Guaragnella e S. De Toma, Lecce, Pensa Multimedia, 2010, pp. 200-215
  4. Nodo di amore ed eroismo. Riscrittura ed Allegoria nelle pastorali del primo Seicento. Il Magico Legato e dintorni, in Tra boschi e marine. Varietà della pastorale nel Rinascimento e nell’età barocca, a cura di D. Perocco, Bologna, ArchetipoLibri, 2012, pp.243-280
  5. Attraverso le Meropi del Teatro italiano, in Atti del Convegno Padova-Verona 2013, La Merope di Scipione Maffei nel Terzo centenario (1713-2013), a cura di E. Selmi ed E. Zucchi, Milano, Mimesis, 2014.
  6. ‘Pastorale’ in romanzo.Un contributo per lo Stato Rustico di Gian Vincenzo Imperiali, in Atti del Convegno di Genova, dicembre 2012. La tradizione della favola pastorale. Modelli e percorsi, a cura di A. Beniscelli, M. Chiarla, S. Morando, Bologna, Archetipo Libri, 2014, pp. 243-280.

Generico luglio 2020

Torquato Tasso

La vita

Nasce a sorrento l’11 marzo del 1544 e c0mpie i suoi studi universitari a Padova . La corte e l’accademia furono gli ambienti che segnarono maggiormente la sua formazione. Strinse rapporti con intelletuali, dame e cortigiani e che lo apprezzavano per le sue doti poetiche e l’eleganza mondana.

Gli anni tormentati

Il poeta, col passare del tempo comincio a guardare con inquietudine e insoddisfazione i suoi scritti e n utrire dei dubbi nei confronti delle sue capacità.

Gli anni tormentati

Scrupoli letterari e religiosi

Scrupoli letterali e religiosi

1575

sottopone i suoi scritti al giudizio di letterati

1579

Viene rinchuso nell’ospedale di sant’Anna

1577

si sottopone spontaneamente all’inquisizione

1586

preso in custodia dal duca di mantova

Le opere

-Gerusalemme ( 1559 a Venezia)

-Rinaldo ( 15662 a Padova)

– Lettere d’amore (per Lucrezia bendido e Laura perpara)

-Aminta , Galeato re di Norvegia (1575 a Ferrara)

-Dialoghi (1586 ospedale sant’anna)

-Apologia della gerusalemme liberata (revisione di Gerrusalemme)

-Discorsi del poema eroico (1594)

Le opere

L’epistolario

La raccolta di lettere giunte fino a noi dove si nota da subito la tormentata vita interiore del poeta. La corte viene considerata come una realtà culturale: dove risiede l’intelletto. Sentimenti di dolore, sconforto e malinconia vengono malamente mascherati da scritti che si sforzano di essere all’altezza dei canoni del tempo .

Le rime

Le rime di Tasso, rientrano nel genere della lirica e sono costituite da madrigali e sonetti. Si dividono in tre: rime amorose (caratterizzate dalla musicalità con cui descrive affascinanti figure femminili), liriche economiastiche (con cui elogia i personaggi) e rime religiose (Trova conforto per il suo dolore. Nel 1591 viene stampata la prima parte delle rime e due anni dopo la seconda parte. Vi erano in progetto anche la terza e la quarta parte dedicate alla religiosità e alla musica, ma non furono mai pubblicate.

Le rime

L’aminta

L’aminta è una favola pastorale composta per dilettare la corte ferrarese. Narra la storia di Aminta innamorato di silvia che preferisce la natura a lui, fino a quando, un giorno credendola morta, non si getta da un dirupo dal dolore. Quest’opera è stata scritta come un testo teatrale raccontata in terza persona da un lungo dialogo. E’ un tsto drammatico che presenta un lietofine ed è divisa in 5 atti tutti terminanti con un coro.

L’aminta

Il Galealto e il re Torrismondo

Inizialmente intitolata Galealto re di Norvegia ma una volta ripresa dopo la prigione,conclude la tragedia e le cambia nome. La vicenda si svolge in un paesaggio nordico e si incentra sull’incesto fra il Re torrismondo e la sorella Alvida da lui pregata di sposare Germondo. liguaggio rotto e aspro scritto secondo i precetti di Aristotele.

Il galealto e il re

Torrismondo

La gerusalemme liberata

E’ un poema eroico diviso in 20 canti in ottave che tratta della fase finale della prima crociata (1099). Ci troviamo difronte ad una contrapposizione tra cristiani e infedeli che vede varie vicende fra cui quella di Tancredi e Clorinda. Da spazio alla figura femminile è affascinante e ammaliatrice.

Tecnica di scrittura

Tecnica di

scrittura

La lingua usata da Tasso è labirintica, ricca di figure retoriche (iperbole, metafore, paragoni, similitudini) e di calchi letterari. Crea effetti che coinvolgono il lettore e utilizza parole lontane dall’uso comune. La sintassi è caratterizzata da lunghi e complessi periodi arricchiti da un uso sovrabbondante degli aggetivi . Pubblicata senza il suo consenso e non terminata nel 1580 cosa che lo fece adirare a tal punto da rivisionare l’intera opera e ripubblicarla nel 1594, nonostante il successo.

Fonte : PositanoNews.it

Read More

Piano di Sorrento. That’s amore show

Posted By : / 95 0

Domenica 26 luglio 2020 sulla terrazza di Villa Fondi spettacolo musicale in due edizioni alle…

Domenica 26 luglio 2020 sulla terrazza di Villa Fondi spettacolo musicale in due edizioni alle 20.30  e alle 22.30. Ingresso libero con posti limitati.

Un piccolo paesino in Costiera Amalfitana, una bella ragazza sempre impegnata in mille lavoretti, un italo-americano in vacanza, due improbabili angeli custodi. Questi gli ingredienti di That’s Amore!, un musical frizzante, dal sapore estivo e spensierato. A far da cornice a questa divertentissima storia romantica, le più belle canzoni italiane. Da ‘O Sole Mio a Caruso, passando per Volare, Ciao Ciao Bambina e tante ancora. Un’ora e mezza di divertimento assicurato!

Generico luglio 2020

Fonte : PositanoNews.it

Read More

Piano di Sorrento. Serate Live al Gran Caffè Bar Marianiello nel weedend Savarese e Iaccarino

Posted By : / 89 0

Piano di Sorrento. Serate Live al Gran Caffè Bar Marianiello venerdì Fabio Savarese e sabato…

Piano di Sorrento. Serate Live al Gran Caffè Bar Marianiello venerdì Fabio Savarese e sabato Carmine Iaccarino , che suonano sempre dal vivo. Il “Marianiello” è una istituzione e sarà gradevole passare una serata in Pizza Cota diventata isola pedonale.

Da non perdere, oltre ai drink, gli straordinari prodotti della pasticceria e il food dalla gastronomia. Tutto di produzione propia con materie prime fresche di qualità e scelte. Dal Caffè Maresca, ai docli eccezionali, al tagliere e ai piatti da degustare, magari con un pò di buona e sana musica.

Start ore 20,30.

Indirizzo: P.za Domenico Cota, 80063 Piano di Sorrento NA

Telefono: 081 878 6283

Fonte : PositanoNews.it

Read More

Scala, il 31 luglio la presentazione del libro di don Peppino

Posted By : / 87 0

La presentazione del libro di don Peppino che si terrà il 31 luglio alle ore 18,00…

La presentazione del libro di don Peppino che si terrà il 31 luglio alle ore 18,00 nel Duomo di San LORENZO.

libro don peppino

Fonte : PositanoNews.it

Read More