Maiori è un comune di 5.745 abitanti della provincia di Salerno, situato sul Golfo di Salerno a metà strada tra Amalfi e Salerno. Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco
L’Unesco ha dichiarato dal 1996 Maiori, assieme alla Costiera amalfitana, Patrimonio dell’Umanità.
Le origini della città risalgono al periodo degli etruschi. Dal secondo dopoguerra Maiori ha registrato una notevole espansione urbanistica e vanta uno dei migliori tenori di vita della Campania.
Maiori è un piccolo e caratteristico centro situato sulla Costiera amalfitana, all’imbocco della valle di Tramonti. Gode di un clima piacevole, con poche precipitazioni.
Corso Reginna
La cittadina è principalmente una località turistica e può contare – oltre ad una vista mirabile – anche sulla spiaggia più lunga di questo tratto di costa della penisola amalfitana.
Per queste sue caratteristiche Maiori nel ‘900 è stata prescelta come location da parte di Roberto Rossellini per girare film come Paisà (1946), “Il Miracolo” ed il secondo episodio della pellicola “L’Amore” (1948), “La macchina ammazzacattivi” (1952) ed infine “Il Viaggio in Italia” (1953). Panorama di Maiori dalla spiaggia
Divertente curiosità è quella che lega Maiori ad un’altra opera maestra del regista romano. Infatti anche l’episodio “siciliano” del film Paisà fu girato tra le mura della Torre Normanna di Maiori. Inoltre, nello stesso film, il bambino protagonista dell’episodio “napoletano”, fu Alfonso Bovino, maiorese DOC.

Scopri di più sulla Costiera Amalfitana e sulla Penisola Sorrentina:

Oppure: