15

Mar
2022

Francia, maxi-richiamo per i prodotti Mars: ancora ossido di etilene nei gelati, dal Twix, M&M’s al Bounty. Lo segnala il portale del governo francese

Posted By : / 79 0

Francia, maxi-richiamo per i prodotti Mars: ancora ossido di etilene nei gelati, dal Twix, M&M’s…

Francia, maxi-richiamo per i prodotti Mars: ancora ossido di etilene nei gelati, dal Twix, M&M’s al Bounty. Lo segnala il portale del governo francese

In Italia continua a parlarsene poco, mentre nel resto d’Europa ed in particolare in Francia, la questione dei prodotti che contengono ossido di etilene è costantemente sotto monitoraggio e alla pubblica attenzione. Da ultimo, l’azienda Mars, la multinazionale statunitense specializzata in dolciumi come gli iconici Snickers e Twix, sta ritirando dai supermercati di tutta la Francia numerosi lotti di gelato a marchio Bounty, Twix e M&M’s per probabile presenza del pericoloso pesticida cancerogeno contenuto in uno degli ingredienti utilizzati, la farina di semi di carrube (usato come addensante). Tuttavia, come chiarito dalla stessa azienda, la concentrazione di ossido di etilene è molto bassa e non dovrebbe comportare alcun rischio per la salute dei consumatori. Secondo la nota di richiamo pubblicata oggi sul portale del governo francese (https://rappel.conso.gouv.fr/fiche-rappel/6495/Interne), i prodotti sono stati ritirati per la “Presenza di ossido di etilene (ETO) a livelli superiori a quelli autorizzati dalla normativa europea in uno degli ingredienti utilizzati nella composizione dei prodotti interessati.” L’Italia al momento non è interessata dal richiamo. Al momento non si hanno notizie su lotti spediti verso il nostro Paese, in quanto le Autorità francesi non hanno indicato nelle note RASFF l’Italia tra i Paesi destinatari del lotto contaminato, anche se il Ministero della Salute, a titolo precauzionale, ha già avviato interlocuzioni con la Commissione europea e con le Autorità francesi, per sollecitare ulteriori informazioni su Paesi e lotto interessato.
Sportello dei Diritti

Fonte : PositanoNews.it

Read More

Leave your comment