08

Ago
2021

Il Franco’s bar del Sirenuse di Positano il più trendy del Sud Italia, qui anche unica tappa del Giro d’Italicus

Posted By : / 587 0

Il Franco’s bar del Sirenuse di Positano il più trendy del Sud Italia, qui anche…

Il Franco’s bar del Sirenuse di Positano il più trendy del Sud Italia, qui anche unica tappa del Giro d’Italicus. Nella perla della Costiera amalfitana questa sera una ordinata fila di avventori, tutti molto eleganti, per un drink nel raffinato bar della famiglia Sersale di Via Pasitea con una spettacolare vista sul mare, un contesto raffinato e uno staff di grande professionalità, fra questi il bar tender Antonio Viscido che è stato scelto per il Giro d’ Italicus, a Positano unica tappa in Campania e in Sud Italia, ma di che si tratta?

Con Il Giro d’Italicus, progetto che si colloca all’interno dell’iniziativa internazionale “The Ventuno Project” pensata per aiutare il mondo dei locali in occasione della riapertura post lockdown, Italicus Rosolio di bergamotto, il noto marchio italiano dell’aperitivo moderno, porta avanti la sua azione di supporto e promozione della bar industry italiana. Essere accanto agli operatori di settore è di primaria importanza per il team di Italicus ed è il focus di questo nuovo progetto. Il brand, nato dalla mente creativa di Giuseppe Gallo, esponente di spicco nel panorama internazionale degli spirits, ha invitato diversi bartender a partecipare,con le ricette dei loro cocktail e i loro rispettivi locali, a una campagna di promozione per “celebrare” le tanto attese riaperture dei locali. Ognuno di loro sarà affiancato da Italicus nella realizzazione di video e foto professionali per dare visibilità ai bar e ai loro drinks.
Per portare avanti l’iniziativa, Italicus vi trasporterà da Nord a Sud in un vero e proprio “Giro d’Italicus”tra alcuni dei locali più rinomati di Milano, Venezia, Roma e Positano.

Il progetto internazionale è nato a Londra e si chiama Ventuno per richiamare il 2021 come anno in cui il settore del food & beverage sta cercando di risollevarsi dopo le perdite economiche subite a causa della pandemia. Il team di Italicus sarà di supporto in modo concreto a manager, bartender e a gestori di locali anche attraverso formazione e aggiornamento su come riavviare in modo efficace il business.

“Noi di Italicus ci sentiamo davvero privilegiati nel poter collaborare con questi incredibili barman e locali – commenta Giuseppe Gallo, CEO e fondatore di Italicus – Abbiamo pensato di stare accanto a questi nostri amici e colleghi in unafase tanto desideratama anche tanto delicata,e siamo davvero felici di lavorare assieme a loro a un graduale ritorno alla normalità”.

Chi è interessato a partecipare all’iniziativa può contattare il team di Italicus a social@rosolioitalicus.com

Di seguito i sei bartender del Giro d’Italicus con le loro ricette:

Locale: RITA (Milano) Bartender: EDOARDO NONO

Ricetta: RITALICUS FIZZ
45ml ITALICUS Rosolio di Bergamotto
1 cucchiaio marmellata di kumquat
20ml succo di limone
20mlLondon Dry Gin
Top gassosa
Tecnica: shake & double strain
Garnish: spicchio limone & menta

Locale: MAG (Milano) Bartender: FRANCESCO BONAZZI

Ricetta: EAU D’ITALIE
40 ml ITALICUS Rosolio di bergamotto
40 ml Cordiale di birra artigianale e mandarino
20 ml Dry Gin
30 ml Verjus
Tecnica: shake and strain

Locale: CAFFÈ QUADRI (Venezia) Bartender:LUCAS KELM

Ricetta: NETTUNO
25 ml ITALICUS Rosolio di bergamotto
45 ml Kaper gin, lavanda, limone e spirulina
Top Indian Tonic water
1 gocciaessenza di lavanda
Tecnica: preparato direttamente nel bicchiere

Locale: DRINK KONG (Roma) Bartender: PATRICK PISTOLESI

Ricetta: ACETICUS
40 ml ITALICUS Rosolio di Bergamotto
25 ml Vino Americano infuso alla camomilla romana
50 ml Kong Cordial
10 ml Aceto di vino bianco (frascati superiore)
Tecnica: Stir and Strain

Locale: HILTON (Roma) – Bartender: LORENZO POLITANO

Ricetta: BERGALICO
30 ml ITALICUS Rosolio di Bergamotto
30 ml London Dry Gin
30 ml Vermouth Ambrato
Lemon Zest
Ice Cube
Tecnica: Stir & strain
Bicchiere: Old Fashioned

Locale: FRANCO’S BAR (Positano) – Bartender: ANTONIO VISCIDO

Ricetta: FRANCO’S FIZZ
60ml ITALICUS Rosolio di Bergamotto
30 ml Latte di Mandorla
30ml Spremuta di Pompelmo Rosa
30 ml Acqua Perrier
Tecnica: shake and strain

Il Franco’s

E’ un luogo spettacolare ,  come scrive horecanews , dove sorseggiare freschi cocktail con una vista unica della costiera, il Franco’s viene inaugurato nel 2015, dopo la scomparsa di Franco Sersale, in suo onore. Un cocktail bar su una terrazza a picco sul mare, che dona una vista mozzafiato e che a sua volta è arricchita da opere d’arte, tra cui l’imponente fontana giallo oro, realizzata dall’artista Giuseppe Ducrot, tutta in ceramica e le colorate maioliche della storica Fornace De Martino, che, in provincia di Salerno, produce pezzi unici dipinti a mano. A pochi passi dall’ingresso dell’hotel Le Sirenuse, il Franco’s regala ai suoi ospiti un’atmosfera colorata e giovane, ancor più vivacizzata dal contrasto dei tavolini e delle sedie di design, di un blu intenso che spiccano sul bianco abbagliante del pavimento e dei muri.

Franco's bar

Il Franco’s si aggiunge agli altri due bar della proprietà, l’Aldo’s, che si divide su due splendide terrazze dai tavolini maiolicati circondati da lussureggianti piante, e il Bar e Ristorante a bordo piscina.

Per il Franco’s Mattia Pastori ha formato lo staff del Bar, che vede come bar manager responsabile Antonio Viscido, e ha curato l’intera proposta drink, costruendo con il team del Franco’s la lista dei cocktail, “un mix di emozioni liquide che ripercorrono i grandi classici dell’aperitivo in una chiave più moderna nel gusto e nella presentazione, insieme a signature cocktails che rispecchiano le diverse personalità de Le Sirenuse, riflettono l’attenzione ai dettagli del servizio e richiamano la ricercatezza negli arredi dell’hotel. È stato un bellissimo e intenso lavoro di squadra, che ha coinvolto l’intero staff”.

Franco's bar

A cominciare dal Franco’s Fizz, dedicato al marchese Franco Sersale, uno dei cocktail signature che si potranno assaggiare in questa nuova stagione al Bar.
Il Franco’s Fizz parla di territorio e di Mediterraneo, grazie a ingredienti locali come il limone Sfusato della Costa d’Amalfi, unito a latte di mandorla, pistacchio e Italicus Rosolio di Bergamotto. Come garnish una crusta di sale e polvere di pistacchio, che dà un tocco sapido al drink.

Franco's bar

Altro signature, il The Gentlemen, profumato e vibrante grazie al mix di vodka, americano rosa e all’acidità della spremuta di pompelmo. Drink elegante e sofisticato, servito con ghiaccio in bicchiere da vino bianco e decorato con lampone. È uno dei cavalli di battaglia di Pastori, rielaborato per il Franco’s e dedicato agli uomini della famiglia Sersale.

 

La carta cocktail si divide tra A Twist On A Classic, The Icons e The Lights. Tra i primi, i nuovi signature twist del Franco’s dove frutta, erbe aromatiche e prodotti premium si miscelano in nuovi cocktail contemporanei. The Icons, invece, mantiene i classici drink del Franco’s, presenti il lista da tempo e amati dal pubblico de Le Sirenuse. Infine, i The Lights, una selezione di drink analcolici originalissimi, creati per soddisfare palati sofisticati, come nel caso del Tropical Positano, ricco di sapore che vede ingredienti esotici come l’ananas e lo zenzero miscelati con mandorla mediterranea.

Tra i A Twist On A Classic, anche Un americano in concerto, servito in un colorato bicchiere che richiama la pop art, con Campari, Vermuth, Top soda concerto e zest di limone e arancia.

 

Mattia Pastori
Mente e anima di Nonsolococktails, società di consulenza, formazione ed eventi nel food & beverage, Mattia Pastori è uno dei nomi di spicco nel mondo attuale della mixology. Dopo diverse esperienze nell’hotellerie di lusso tra cui Park Hyatt, Armani Hotel e Mandarin Oriental, Mattia ha avviato un percorso in ambito consulenziale curando la start up di concept di successo come il Bulk Mixology Bar all’interno dell’hotel Viu, il take over di Camparino in Galleria, la consulenza per Emporio Armani Ristorante Milano, oltre che collaborazioni con brand di spirits e soft drink, come Sanpellegrino, marchi di alta moda e sinergie con il mondo della cucina gourmet.
Le Sirenuse
Aperto nel 1951, dopo che Aldo, Paolo, Franco e Anna Sersale decisero di trasformare la loro dimora al mare in un Hotel sulla baia di Positano, Le Sirenuse è un luogo di grande fascino affacciato sulla Costiera Amalfitana . Dopo la scomparsa di Franco, dal 1992 il figlio Antonio Sersale dirige l’Hotel che oggi conta 58 camere. Tra le offerte de Le Sirenuse anche il Ristorante La Sponda, guidato dallo chef campano Gennaro Russo, che propone una cucina legata alla grande materia prima del territorio e improntata su creatività e gustosa leggerezza. All’Aldo’s, invece, si possono degustare crudi di mare o classici intramontabili della tradizione napoletana, abbinati a vini pregiati, Champagne o freschi drink, sospesi su una vera a propria zattera sul mare. Dedicato al lunch, invece il Bar e ristorante a bordo piscina, mentre il Franco’s Bar, che rende omaggio al fine collezionista Franco Sersale, è il luogo all’aperitivo ‘d’autore’: una terrazza dove rilassarsi con un cocktail o una bollicina godendo del panorama mozzafiato della Costiera e delle opere d’arte che arricchiscono l’arredamento del locale.

Fonte : PositanoNews.it

Read More

Leave your comment