16

Nov
2021

Inner Wheel Club Sorrento risponde a “Adotta un’Opera d’Arte” del  Museo Correale di Terranova.

Posted By : / 17 0

Sabato 20 novembre 2021, alle ore 10.30 presentazione del Restauro del “Ritratto di Dama”, opera…

Sabato 20 novembre 2021, alle ore 10.30 presentazione del Restauro del “Ritratto di Dama”, opera di autore ignoto, conservato al Museo Correale di Terranova. Poco più di un anno fa, l’associazione Inner Wheel Club Sorrento , presieduta da Diana De Maio, ho assunto l’impegno di finanziare il restauro di una delle opere bisognose di interventi conservativi, coinvolte nel programma “Adotta un’Opera d’Arte” del  Museo Correale di Terranova.

Nel valutare la possibilità di intervenire su uno dei diversi quadri della collezione, l’attenzione delle socie del club è stata catturata da un misterioso “ritratto di dama”, di autore ignoto.  La tela si presentava danneggiata in più punti, erano evidenti alcune tracce di ridipintura, ma lo sguardo della protagonista sembrava attraversare lo spazio e il tempo. I riccioli neri, l’abito e i gioielli, scuriti dal tempo, facevano da cornice a quegli occhi straordinari. Eravamo nel pieno del secondo lockdown, con figli, nipoti e alunni costretti a casa tutto il giorno, e ci vedevamo solo in videoconferenza. Probabilmente avevamo bisogno di dedicarci a qualcosa che ci permettesse di guardare oltre la prospettiva del momento, e anche se visto soltanto in foto, quello sguardo ci aveva catturato. La curiosità, il desiderio di rivedere distintamente quel volto hanno fatto il resto, e non abbiamo esitato a dedicare una quota del nostro budget annuale a questo quadro.

Nei mesi successivi abbiamo seguito passo passo il lavoro della dottoressa Alessandra Cacace, che con gesti accurati ed esperti ha portato via dalla tela prima la polvere, poi le aggiunte che si erano sovrapposte nel tempo, poi le rifoderature posteriori della tela. Ci raccontava per filo e per segno tutto quello che faceva, ci ha mandava foto e immagini, portandoci nel magico mondo del restauro. Siamo state anche accolte al museo in piccoli gruppi due o tre volte, per vedere da vicino il procedere del lavoro. Anche se il museo era chiuso al pubblico, dietro la porta accostata c’era un lavoro continuo e instancabile, di riordino, studio e pulitura.

A fine estate abbiamo potuto vedere il lavoro di Alessandra che, dopo la pulitura, andava a ricostruire i fili della tela mancanti, a ricollocare i frammenti di colore dove erano andati perduti. Il lavoro sulla “materia” del ritratto stava per essere completato.

Fino a pochi giorni fa non avevamo però ancora intuito il lavoro di studio e ricostruzione che veniva fatto in biblioteca per identificare non l’autore, ma la protagonista del ritratto. Quando ho sentito i nomi di Maria Mancini Colonna e della sorella Ortensia sono rimasta per un momento perplessa, poi sinceramente incredula. Poi un ritratto, un secondo e un terzo di queste donne straordinarie, confrontati al “nostro” mi hanno convinto. Credo davvero che si possa pensare, dopo quasi trecento anni, di poter restituire a questa dama il suo nome.

Il Museo Correale avrà certamente bisogno di ulteriori studi e approfondimenti per confermare, su base solida e scientifica, l’identità di quella che per noi può essere ancora solo una “dama”. A me e alle socie dell’Inner Wheel Club Sorrento rimane da dire solo grazie per quest’avventura al gruppo di lavoro del Museo Correale che lavora con gioia, affiatamento e amore e tiene in vita un luogo straordinario dove si concentrano pagine straordinarie della storia del nostro territorio.

Foto

2 di 2

  • Generico novembre 2021
  • Generico novembre 2021

Jacob Ferdinand Voet

Portrait d’Hortense Mancini (1646-1699), Duchesse Mazarin, à la broche

 

Generico novembre 2021

Fonte : PositanoNews.it

Read More

Leave your comment