Eventi

In occasione delle commemorazioni organizzate sia in Francia che in Italia per il bicentenario della…

In occasione delle commemorazioni organizzate sia in Francia che in Italia per il bicentenario della morte di Napoleone Bonaparte (1821-2021), l’Archivio di Stato di Napoli propone in collaborazione con il Consolato generale della Francia a Napoli, l’Ecole Française de Rome e l’Università degli Studi di Napoli Federico II una mostra temporanea dedicata all’architettura e all’urbanistica a Napoli durante il Decennio francese (1806-1815) con esposizione di disegni, stampe e documenti originali e fotoriproduzioni in digitale tratti da raccolte di istituzioni italiane e francesi, tra le quali la Biblioteca Nazionale di Napoli, il Museo di San Martino, la Società Napoletana di Storia Patria e l’Archivio Storico Municipale di Napoli.
La mostra che si inaugurerà lunedì 10 gennaio è a cura del prof. Sergio Villari, docente di Storia dell’architettura presso l’Università degli Studi Napoli Federico II e di Adrián Almoguera, membro scientifico dell’École Française de Rome.
La mostra sarà articolata secondo una serie di tematiche generali illustrate da disegni e piante, accompagnati da documenti d’archivio e manoscritti. Si analizzeranno i cantieri maggiori come quello del foro napoleonico, che ha dato luogo all’attuale Piazza del Plebiscito, le costruzioni dei grandi mercati napoleonici, i rettifili e la progettazione di grande strade urbane (come il Corso Napoleone). Inoltre, verrà evidenziato il ruolo degli ingegneri napoletani, profondamente riformato in questi anni, attraverso l’esposizione di documenti e disegni che riguardano la loro formazione e la loro partecipazione ai cantieri architettonici, nell’ottica di trasformare Napoli in una nuova capitale, centro logistico, economico e culturale tra i porti del Mediterraneo.
Un’altra sezione analizzerà il legame fra cultura antiquaria e archeologica, nonché tra architettura e urbanistica napoletana, attraverso i documenti che riguardano gli scavi di Pompei ed Ercolano, e l’allestimento di nuovi spazi per la “futura antichità” napoleonica nel grande Palazzo degli Studi, attuale Museo Archeologico Nazionale di Napoli.
Infine la mostra tratterà della creazione di grandi equipements pubblici a Napoli come i cimiteri, i mercati, la grande specola astronomica, l’orto botanico.
Durante l’evento sarà proiettato il docufilm Napoli Ville lumière, realizzato nell’ambito del piano Cinema per la Scuola Miur Mibac 2020 in partenariato con l’Istituto Francese Grenoble e con il patrocinio della Film Commission Regione Campania

Generico gennaio 2022

Fonte : PositanoNews.it

Read More

Scrivi un commento