11

Apr
2022

La Compagnia Teatrale “Buio in sala” presenta: “La strana coppia” di Neil Simon regia di Marina Rungi

Posted By : / 48 0

La storia ricalca le divertenti vicende del trasandato Oscar (Walter Matthau) e del paranoico Felix…

La storia ricalca le divertenti vicende del trasandato Oscar (Walter Matthau) e del paranoico Felix (Jack Lemon) ma in una versione moderna e reinterpretata, anzi completamente trasformata visto che le due protagoniste principali sono due donne della società contemporanea, entrambe separate e alle prese con i problemi, le crisi, i dubbi del vivere il proprio essere donna. Olivia è una donna manager di successo ma conduce un’esistenza quasi solitaria dalla separazione mai archiviata visto che il marito (Filippo) la chiama
continuamente per farsi pagare i suoi debiti, godendo solo della compagnia di quattro amiche del cuore (Fiorenza, Vera, Silvia e Michi) con le quali trascorre tutti i venerdì sera giocando a Trivial.
Fiorenza entra in scena disperandosi per l’improvvisa separazione decisa dal marito, rivelandosi nel corso dell’evolversi della storia come una donna precisa in modo maniacale, ossessionata dall’ordine e dalla pulizia, piena di paure e malattie psicosomatiche e, soprattutto, incapace di rassegnarsi alla fine del suo matrimonio.
Fiorenza e Olivia, grandi amiche in tutto ma assolutamente all’antitesi. Seppur con una vita e un carattere opposti decidono, vista la difficoltà di Fiorenza di trovare un modo per superare la sua separazione, di vivere insieme a casa di Olivia. Da qui l’inferno, la convivenza si rivela giorno dopo giorno una vera tortura per entrambe, e il ripetersi degli stessi errori che entrambe hanno compiuto nei loro rispettivi matrimoni.
Soprattutto Fiorenza diventa impossibile agli occhi di Olivia fino al momento in cui potrà respirare e con lei anche il resto delle amiche del Trivial, quando, conoscendo due fratelli spagnoli con i quali condividono una serata a cena, si trasferisce a casa di questi ultimi, con grande sollievo di tutte le altre amiche.
Lo commedia mette in risalto, attraverso l’arma dell’ironia, la vita di tutti i giorni, i piccoli drammi umani come le conseguenze inevitabili di una separazione, l’impossibilità di convivere con una persona con un carattere e una personalità opposta alla propria, la solitudine vissuta nelle grandi metropoli per sfuggire alla quale spesso ci si aggrappa a qualunque cosa o persone, oltre a mettere in luce le nevrosi, le manie, i limiti
delle persone nel mondo contemporaneo, abilmente rappresentate nelle cinque amiche.
Ognuna di loro ha un proprio mondo interiore, fatto di fragilità, di regole per poter cercare di dare un senso alla propria vita, anche magari grazie ad un matrimonio infelice o un lavoro impegnativo come quello di Olivia, o lo stare unite alle amiche del cuore per poter trovare la forza di affrontare la vita o condividere gioie e dolori.
Amicizia quindi come rifugio e salvezza per la propria esistenza, anche se si è, appunto, una “Strana coppia” come Fiorenza e Olivia, che sotto lo stesso tetto litigavano ogni giorno, ma appena Fiorenza trova un’altra sistemazione … ritornano ad essere amiche del cuore come prima.

Fonte : PositanoNews.it

Read More

Leave your comment