10

Ott
2019

“La musica del XVI sec. in Italia e Inghilterra” a Torre di Minori un Concerto di Chitarra a chiusura festa Patronale

Posted By : / 67 0

Minori, Costiera amalfitana . Si inserisce all’interno del programma della Chiusura dei Festeggiamenti in onore…

Minori, Costiera amalfitana . Si inserisce all’interno del programma della Chiusura dei Festeggiamenti in onore di S. Michele Arcangelo il Concerto di Chitarra “La musica del XVI sec. in Italia e Inghilterra” del Maestro Giuseppe Palladino. L’evento avrà inizio al termine della Celebrazione Liturgica con la Reposizione della Statua del Santo Patrono e sarà seguito da un momento di Agape Fraterna aperto a tutti!

PROGRAMMA DEL CONCERTO

Prima parte
Francesco Spinacino: Ricercare dal libro II – Ricercare dal libro I – Ricercare dal libro I
Joan Ambrosio Dalza: Pavana alla Ferrarese
Pietro Paulo Borrono da Milano: Pavana chiamata alla Milanese – Saltarello de la Prediletta -Peschatore che va cantando
Francesco Da Milano: Ricercare
Vincenzo Capirola: Spagna
Joan Maria da Crema: Ricercare I – Ricercare II – Ricercare III
Giulio Cesare Barbetta: Moresca detta le canarie
Vincenzo Galilei: Gagliarda

Seconda Parte
Anthony Holborne: Jast’s Galliard
Francis Cutting: Galliard – Jig
John Dowland: Sir John Smith, his almain – Fantasia n.5 – Fortune – Mrs. Winter’s jump – Tarleton’s Riserrectione – Mrs. White’s choice – Mr. Dowland’s Midnight

Curriculum vitae del Maestro
Giuseppe Palladino ha conseguito il diploma in chitarra classica a Benevento nel 1997, studiando
sotto la guida del Maestro Matteo Criscuolo. Ha cominciato a tenere nello stesso anno concerti da solista e in duo con violino o flauto. Nel 1998 è entrato a far parte dell’Ensemble Zarzuela, gruppo avente come impegno quello di presentare i brani meno noti del repertorio napoletano, proponendone un’interpretazione volta a metterne in risalto, il testo oltre che la musica.
Nel 2000 ha iniziato uno studio sulla chitarra battente nelle sue articolazioni esecutive nella musica barocca e popolare seguendo corsi e seminari di musica popolare in Campania e nell’area Garganica. Nel 2002 con il gruppo “I tarumba” ha suonato la chitarra battente nell’album, edito dalla CNI, “Terra di magia”, un’opera di ricerca sulle tradizioni dell’area lucana di Tricarico.
Ha partecipato nel 2002 e nel 2003 rispettivamente al XVI e al XVII festival di musica antica di Salerno con l’Ensemble Antica Consonanza. Con tale ensemble si è esibito nel 2015 per il Conservatorio Martucci di Salerno nel Concerto “La Canzone prima della Canzone – “Villanelle, Arie e Cantate a Napoli dal ‘500 al ‘700”. Ha partecipato, in qualità di chitarrista, agli spettacoli teatrali del Laboratorio Arte Tempra di Clara Santacroce e Renata Fusco (Liolà, Gran Caffè ‘900, La dodicesima Notte, Girotondo per voce sola).
Da sempre appassionato estimatore della musica brasiliana ha tenuto conferenze-concerto sulla forma della choro. E’ componente del duo “Lavandaria dos sonhos”.
Nel 2019 ha conseguito il titolo di “Esperto in Canzone e Lingua Napoletana” frequentandone il relativo master presso il Conservatorio di Musica “Giuseppe Martucci”

Fonte : PositanoNews.it

Read More

Scopri di più sulla Costiera Amalfitana e sulla Penisola Sorrentina:

Oppure:

Leave your comment