30

Apr
2019

La transizione energetica, il dibattito arriva alla Federico II

Posted By : / 453 0

Lunedì la cattedra di Diritto dell’Energia dell’Ateneo napoletano fa il punto sulla situazione energetica italiana….

Lunedì la cattedra di Diritto dell’Energia dell’Ateneo napoletano fa il punto sulla situazione energetica italiana. Esperti a confronto col Sottosegretario al MISE Andrea Cioffi.

Si svolgerà a Napoli, lunedì 6 maggio alle ore 9:45 presso l’Aula Pessina della sede centrale dell’Università “Federico II”, un importante momento di confronto sulla transizione energetica, che apre il dibattito sui punti salienti dell’attuale passaggio da un sistema energetico basato sull’utilizzo delle fonti fossili ad uno fondato sulle energie rinnovabili e, dunque, volto a realizzare un’economia pienamente sostenibile.

L’evento, organizzato dalla prof. aggr. Gabriella De Maio titolare della cattedra di Diritto dell’energia, ha coinvolto nel panel i massimi esperti della materia sotto il profilo accademico, istituzionale e politico. Gli indirizzi di saluto saranno affidati al Direttore del dipartimento Prof. Sandro Staiano. Ad introdurre i lavori, sarà il Preside della Scuola Politecnica e delle Scienze di Base, il prof. Piero Salatino. Si entrerà nel vivo della discussione con le relazioni della Prof. Laura Ammanati dell’Università degli studi di Milano e Jean Monnet Chair in EU Energy Regulation and Policy; del Dott. Marco Margheri, presidente del World Energy Council e del Sen. Andrea Cioffi, Sottosegretario di Stato al Ministero dello Sviluppo Economico. Le conclusioni saranno affidate alla Prof. De Maio, ed i lavori si chiuderanno con la presentazione dei progetti elaborati dagli studenti di diritto dell’energia, idee che gli permetteranno di partecipare al corso di formazione sui temi energetici “WEC ENERGY CAMP 2019”, che si terrà il prossimo giugno.

“Questo momento di confronto è in linea con la mission della nostra cattedra di Diritto dell’Energia – dichiara la Prof. Gabriella De Maio – che al metodo didattico tradizionale ne affianca uno sperimentale, volto a favorire il collegamento tra l’Accademia ed il mondo del lavoro. Alle lezioni classiche alterniamo, infatti, simulazioni di colloqui, redazione di curriculum vitae, elaborazione in team di progetti energetici e opportunità, proprio come quella formativa che si prospetta per i corsisti meritevoli”.

La partecipazione al convegno darà diritto ad un credito formativo universitario.

Fonte : PositanoNews.it

Read More

Scopri di più sulla Costiera Amalfitana e sulla Penisola Sorrentina:

Oppure:

Leave your comment