24

Set
2019

Piano di Sorrento. “Caffè Maresca” , come un’antica tradizione , diventa volano turistico per il territorio

Posted By : / 151 0

Piano di Sorrento . Stamattina noi dell’Alternanza  del Liceo Marone di Meta con  PositanoNews ci…

Piano di Sorrento . Stamattina noi dell’Alternanza  del Liceo Marone di Meta con  PositanoNews ci siamo recati presso la casa del caffè Maresca, per conoscerne la storia e le origini di una lunga tradizione.
Insieme a noi, poco dopo, si sono aggiunti degli studenti di una scuola irlandese, in visita a Piano di Sorrento per un tour “esperienziale” sull’enogastronomia.  Ciò dimostra la necessità di migliorare le strutture turistiche del paese, per permettere un aumento di entrate monetarie in Penisola. Ma dimostra anche come il “Caffè Maresca” sia una tradizione di cui essere orgogliosi, queste strutture sono di per se una vera e propria promozione del territorio e il Caffè Maresca è una eccellenza conosciuta nel mondo ed apprezzata da personaggi di tutti i livelli. Un prodotto d’eccellenza, sta nei posti d’eccellenza, pensate che “Da Adolfo” a Laurito a Positano, hanno il caffè Maresca che ha degustato anche la Principessa Beatrice e non solo.

Michele Gargiulo, titolare dell’ azienda ed erede del fondatore Giuseppe Maresca, negli ultimi anni ha creato una struttura di ricerca “Labcafè” che segue il processo produttivo dalla fase iniziale ( la scelta del caffé verde), fino al confezionamento ed alla distribuzione.
Grande attenzione è data alla fase di tostatura del caffè con metodi artigianali a legna ed un’attenta selezione della tipologia di legna stessa.

Il proprietario del locale, Michele Gargiulo, ci ha presentato i macchinari, il funzionamento di tali macchinari , unici al mondo, pensate che sono pochissimi esemplari in Italia del vecchio modello, e l’unico funzionante sta proprio qui da noi, poi ci ha fatto gustare uno dei migliori caffè della Campania , usando chicchi di caffè arabico tostati a legna, un procedimento molto raro in Italia.
Insieme a Michele, vi era presente la moglie, che parlando eccellentemente l’inglese, ha informato noi e i turisti della storie del locale e le caratteristiche della penisola.

Durante la visita nella Casa del Caffè il proprietario ci sottolineava quanto fosse importante sfruttare il lato turistico di questo paese, un punto di forza che purtroppo, Piano di Sorrento deve ancora sviluppare.

Ci ha inoltre mostrato la tipicità del proprio caffè, 100% arabico molto difficile da trovare in un comune supermercato, dove la lavorazione è più veloce e meno accurata, invece questa piccola azienda ha voluto conservare le tecniche antiche per non far si che il prodotto sia procurabile in qualsiasi luogo commerciale, ma che il visitatore esterno trovi il prodotto unico nella sua lavorazione.

Il “Caffè Maresca” è un esempio di come la tradizione sia una risorsa per il territorio e possa creare indotto a vantaggio di tutti, perchè i turisti che arrivano qui avranno modo di conoscere la città e di apprezzarne la bellezza e altre attività commerciali. E’ così che si cresce.

 

L’antica storia della Casa del caffè Maresca.

La Casa del Caffè di Giuseppe Maresca nasce il 6 agosto del 1910,quando la signora Maria Laura Gargiulo, mentre stava tostando una nuova miscela di caffè nella bottega in via Casa Rosa a Piano di Sorrento, che gestiva con la sorella Concetta ed il padre Giuseppe, iniziò ad accusare i primi sintomi delle doglie. Il 7 agosto in bottega, inebriato dal profumo del caffè, nacque Giuseppe con ľaiuto della levatrice. Da allora, proprio Giuseppe Maresca per più di 80 anni ha creato, gustato e fatto apprezzare la sua miscela di caffè. Come un pittore, così Don Giuseppe ha unito il dolcissimo Santos con il Guatemala ďaltura, il forte Arabica e il gustoso Colombia con il pregiatissimo Maragogype, tutto tostato a legna con metodi antichissimi. Il caffè della Miscela oro G. Maresca, così è diventato una tradizione in penisola sorrentina

Aurora Falanga, Arturo Soldatini e Giovanna Nzanana

Fonte : PositanoNews.it

Read More

Scopri di più sulla Costiera Amalfitana e sulla Penisola Sorrentina:

Oppure:

Leave your comment