19

Giu
2019

Protocollo di intesa tra Comune di Vietri e Conservatorio “Martucci”.Primo Spettacolo il 21 giugno in Villa Comunale

Posted By : / 2335 0

Siglato oggi il protocollo d’intesa tra il Conservatorio di Musica “G. Martucci” di Salerno e…

Siglato oggi il protocollo d’intesa tra il Conservatorio di Musica “G. Martucci” di Salerno e il Comune di Vietri sul Mare, per l’espletamento di concerti e/o spettacoli da effettuarsi nell’ambito della rassegna estiva musicale ed artistica organizzata dal Comune di Vietri sul Mare, nel periodo giugno 2019-maggio 2020
Presenti alla firma il sindaco di Vietri Giovanni De Simone, l’assessore alla cultura, turismo e spettacolo Antonello Capozzolo, il presidente del Conservatorio”Martucci” , Aniello Cerrato ,il direttore artistico della stagione estiva Luigi Avallone e la direttrice Imma Battista.Sei gli spettacoli che saranno poi presentati nei prossimi giorni e che saranno inseriti nel cartellone degli eventi estivi predisposto dall’amministrazione comunale di Vietri sul MareSarà Sebastiano Somma con lo spettacolo” Vi presento Matilde Neruda “(scritto da Liberato Santarpino) ad aprire la stagione teatrale in Villa Comunale a Vietri venerdì 21 giugno alle 21 ,in collaborazione con il conservatorio di musica”Martucci “di Salerno.
Lo spettacolo racconta, attraverso la voce di Pablo Neruda, interpretato da Sebastiano Somma, e Matilde Urrutia, interpretata dall’attrice Morgana Forcella, amante e poi sposa del grande poeta cileno, questa grande storia d’amore che la coppia visse per molti anni in vari paesi in giro per il mondo. Nello spettacolo, Pablo e Matilde raccontano l’avventurosa storia del loro amore, nato quando Pablo era ancora legato alla seconda moglie, Delia del Carril, dei loro incontri clandestini a Berlino, Nyon e Roma fino al paradiso di Capri, rifugio segreto dove i due amanti si uniscono in un matrimonio simbolico celebrato dalla luna. La figura di Matilde la sua grande capacità di essere, per Neruda, forse la fonte di massima ispirazione di scrittura della sua vita è il filo conduttore dello spettacolo. Per lei infatti il poeta scriverà sicuramente le più belle poesie della sua immensa produzione.
Lo spettacolo si chiude con il tragico golpe a opera del generale Pinochet nel 1973 e che vede negli stessi giorni la morte del grande poeta, che vede svanire di colpo le speranze di democrazia e di libertà per il proprio paese per cui aveva lottato per tutta la vita.
Il reading teatrale vede la partecipazione di Sebastiano Somma nella doppia veste sia di protagonista che di regista. La parte musicale tutta improntata sul tema dei tanghi è affidata a un quintetto di musicisti d’eccezione capitanati alla fisarmonica da Zack Alderman, Emilia Zamuner alla voce, Bruno Tescione alla chitarra, Riccardo Bonaccini al violino e Gianluigi Pennino al contrabbasso.
Antonio Di Giovanni

Fonte : PositanoNews.it

Read More

Scopri di più sulla Costiera Amalfitana e sulla Penisola Sorrentina:

Oppure:

Leave your comment