25

Mar
2019

Ravello, col Costa d’ Amalfi Terre Saracene Oscar del vino a Sammarco

Posted By : / 285 0

Ravello, col Costa d’ Amalfi Terre Saracene Oscar del vino a Sammarco. Una bella soddisfazione…

Ravello, col Costa d’ Amalfi Terre Saracene Oscar del vino a Sammarco. Una bella soddisfazione per Bartolo Sammarco e famiglia e un orgoglio per la Costiera amalfitana . Grande successo per il vino “Costa D’Amalfi” con il rosato Terre Saracene di Ettore Sammarco,  all’Oscar del Vino nella categoria Miglior Vino Rosato.

La grande kermesse si è tenuta  sabato 23 marzo a Roma è organizzata come sempre dalla Fondazione Italiana Sommelier e coincide quest’anno con il ventesimo anniversario del premio internazionale del vino.

L’evento più importante dell’anno sul vino a cui la Campania è rappresentata dall’azienda vinicola di Civita di Ravello che proprio con il rosato Terre Saracene ottenne un altro riconoscimento dal concorso enologico Lucio Mastroberardino.

Il Costa d’Amalfi Rosato Terre Saracene si ottiene dalla vinificazione per breve macerazione delle uve autoctone Piedirosso e Aglianico. La vicinanza al mare e la composizione dei terreni donano una spiccata mineralità a questo nettare che offre sentori floreali e fruttati. Questo vino, servito alla temperatura di 12 /14°, al gusto si presenta equilibrato, piacevole ed elegante. L’abbinamento è con antipasti, carni bianche, pesce alla brace e zuppe.

Non c’è solo l’America dietro le fortune di un vino che oggi ritorna prepotentemente di moda. Ci sono anche aneddoti e personaggi ad aver trasformato il rosato di Ravello in un must irrinunciabile. Erano gli anni a cavallo tra il Cinquanta e il Sessanta quando anche il mitico Totò si innamorò di quel nettare.

«Guai se a tavola non c’era il rosato di Ravello» rivelò nell’agosto del 2012 a Tramonti Liliana De Curtis. «Era un appassionato di quel vino e da quando lo scoprì, proprio a Ravello, non seppe più rinunciarvi» raccontò la figlia del principe della risata rivelando un particolare inedito della vita privata del grande attore napoletano.

I vini in nomination sono stati presentati ai partecipanti attraverso una degustazione in 10 tempi da 3 vini ciascuna guidata dai docenti della Fondazione Italiana Sommelier, che alternandosi descriveranno le etichette scelte per ogni categoria.

 

Miglior Vino Spumante
Spumante Brut Nature Marasco 2016 – L’Archetipo – Castellaneta TA
Sicilia Contea di Sclafani Extra Brut Almerita Contessa Franca 2011 – Tenuta Regaleali – Palermo
Franciacorta Pas Dosé Riserva 33 2011 – Ferghettina – Adro BS

Miglior Vino Bianco
Alto Adige Müller Thurgau FeldMarshall Von Fenner 2016 – Tiefenbrunner – Cortaccia BZ
Derthona Timorasso Costa del Vento 2016 – Vigneti Massa – Monleale AL
Alto Adige Gewürztraminer Vigna Kastelaz 2017 – Elena Walch – Termeno BZ

Miglior Vino Rosato
Gran Cuvée Rosé Swarovski – Farnese Fantini – Ortona CH
Costa d’Amalfi Terre Saracene Rosato 2017 – Ettore Sammarco – Ravello – SA
Etna Rosato 2017 – Pietradolce – Castiglione di Sicilia – CT

Miglior Vino Rosso
Bolgheri Sassicaia Sassicaia 2016 – Tenuta San Guido – Castagneto Carducci LI
Barbaresco Gallina Riserva 2007 – La Spinetta – Castagnole Lanze – AT
Amarone della Valpolicella Vigneto di Monte Lodoletta 2012 – Romano Dal Forno – Cellore d’Illasi VR

Miglior Vino Dolce
Caluso Passito Sulè 2010 – Orsolani – San Giorgio Canavese – TO
Moscato del Molise Apianae 2015 – Di Majo Norante – Campomarino CB
Syrah Vendemmia Tardiva Kaid 2017 – Alessandro di Camporeale – Camporeale PA

Miglior Vino del Miglior Produttore
Etna Bianco Superiore Pietra Marina 2015 – Benanti – Viagrande CT
Granato 2015 – Foradori – Mezzolombardo TN
Kupra 2015 – Oasi degli Angeli – Cupra marittima AP

Vino con il Miglior Rapporto Valore/Convenienza
Fieno di Ponza 2017 – Antiche Cantine Migliaccio – Ponza LT
Cerasuolo d’Abruzzo Myosotis 2017 – Zaccagnini – Bolognano PE
Barolo Essenze Riserva 2008 – Vite Colte – Barolo CN

Miglior Vino Emergente
Pecorino Prope 2017 – Velenosi – Ascoli Piceno
Curtefranca Corte del Lupo Bianco 2017 – Ca’ del Bosco – Erbusco BS
Etna Rosso Contrada Santo Spirito 2015 – Palmento Costanzo – Passopisciaro CT

Migliore Espressione della Tradizione
Carema Etichetta Bianca 2014 – Ferrando – Ivrea TO
Aglianico del Vulture Don Anselmo 2015 – Paternoster – Barile PZ
Brunello di Montalcino Vigna Loreto 2013 – Mastrojanni – Montalcino SI

Premio Speciale della Giuria 2019
Solaia 2006 – Antinori – Firenze
Barbaresco Sorì San Lorenzo 2015 – Gaja – Barbaresco CN
Tenuta di Trinoro 2015 – Tenuta di Trinoro – Sarteano SI

Fonte : PositanoNews.it

Read More

Scopri di più sulla Costiera Amalfitana e sulla Penisola Sorrentina:

Oppure:

Leave your comment