02

Gen
2020

Ravello. Il 7 e 8 gennaio torna la musica con la prima edizione del Concorso Internazionale Schola Cantorum

Posted By : / 1667 0

La benedizione di due autorevoli riferimenti francescani del Sacro Convento di Assisi e della Basilica…

La benedizione di due autorevoli riferimenti francescani del Sacro Convento di Assisi e della Basilica pontificia di Sant’Antonio da Padova per il concorso internazionale Schola Cantorum ideato dal maestro Colomba Capriglione ed organizzato dall’associazione Diabolus in Musica, in collaborazione con Comune di Ravello e Polo Didattico Nova Atlantis del Conservatorio di Vibo Valentia. Il maestro Colomba Capriglione, in occasione di una visita a Scala, antico e prestigioso borgo della Costiera Amalfitana, ha incontrato P. Enzo Fortunato, direttore della sala stampa del Sacro Convento di Assisi e P. Egidio Canil della Basilica Pontificia di Sant’Antonio da Padova

. Ai due noti prelati la docente di direzione di coro e composizione corale del Conservatorio di Frosinone, ha esposto le attività sinora svolte con la formazione musicale e corale per centinaia di giovani ed ottenuto il patrocinio francescano per l’avvio del concorso internazionale “Schola Cantorum” rivolto a cori professionistici e amatoriali e che si svolgerà a Ravello– Citta della Musica nei giorni 7 e 8 marzo 2020.

Il bando è stato pubblicato online e può essere visualizzato e scaricato dal sito. Durante il cordiale incontro svolto all’interno dell’antico Duomo di Scala, che ha accolto in questi giorni, le reliquie di San Francesco e Sant’Antonio, la docente ha anche omaggiato la Basilica del Santo, di suoi originali spartiti relativi ad una composizione di un corale che il maestro Capriglione aveva ideato ed eseguito in molti prestigiosi luoghi cultuali in occasione dell’ottavo centenario della nascita di Sant’Antonio.

Il Concorso Internazionale Schola Cantorum ci attende il 7 e l’8 gennaio 2020 presso l’auditorium

Fonte : PositanoNews.it

Read More

Scopri di più sulla Costiera Amalfitana e sulla Penisola Sorrentina:

Oppure:

Leave your comment