17

Lug
2019

Ravello. Tutto pronto per i Suoni del Sud. Il primo appuntamento con Nino Buonocore in jazz

Posted By : / 2193 0

Al via la IV edizione di Suoni del Sud, promossa dal Comune di Ravello, con Nino Buonocore in “Nino…

Al via la IV edizione di Suoni del Sud, promossa dal Comune di Ravello, con Nino Buonocore in “Nino Buonocore in Jazz”

👉giovedì 25 luglio, ore 21, Ravello, Piazza Duomo – ingresso libero

Nino Buonocore Cantautore – voce
Antonio Fresa – piano
Antonio De Luise – contrabbasso
Amedeo Ariano – batteria

Nino Buonocore ripercorre la sua carriera con una band d’eccezione, contaminandosi con le improvvisazioni del #Jazz.

Dal suo repertorio, che dagli Anni Settanta si estende fino ai nostri Duemila, brani quali “Scrivimi“, “Rosanna” (Sanremo 1987), “Tra le cose che ho” e “Sabato domenica lunedì” – ormai divenuti classici della musica italiana – vengono riarrangiati e impreziositi dalle improvvisazioni solistiche e dalle divagazioni tonali del Jazz.

Infatti la struttura armonica e melodica dei suoi brani permette di sforare in climi jazzistici e rivisitare così una ricerca musicale e artistica che ha fatto la storia.

Non è la prima volta che Nino incontra il Jazz! Basti ricordare le collaborazioni con artisti quali Chet Baker– nel 33 giri “Una città fra le mani”, con James Senesefra gli altri – Nicola Stilo, il bassista Anthony Jackson, il percussionista Paulinho Da Costa e il batterista Danny Gottlieb.

Autore, produttore e arrangiatore, Nino Buonocore produce il primo album degli Avion Travel, ma rimane fondamentale per la sua ricerca la collaborazione con i membri della band fusion Steely Dan con cui realizza nell’89 l’album che verrà pubblicato nel 1990 con il titolo “Sabato domenica e lunedì”.

Con un bagaglio di esperienze maturate con grandi nomi di musicisti provenienti da ogni genere musicale, Buonocore è pronto a portare live il meglio della sua musica riletta dalla chiave raffinata del Jazz.

Fonte : PositanoNews.it

Read More

Scopri di più sulla Costiera Amalfitana e sulla Penisola Sorrentina:

Oppure:

Leave your comment