23

Mar
2022

“Sognando la Rivoluzione. Lotta continua e la stagione dei movimenti. Gli anni Settanta nella provincia meridionale”

Posted By : / 63 0

Al secondo appuntamento dei “Salotti Letterari” organizzati a Vietri sul Mare dall’associazione culturale “La Congrega…

Al secondo appuntamento dei “Salotti Letterari” organizzati a Vietri sul Mare dall’associazione culturale “La Congrega Letteraria” sarà presentato, sabato 26 marzo, alle ore 18:30, presso l’Aula Consiliare del Comune di Vietri sul Mare, in Costiera amalfitana,  il libro “Sognando la Rivoluzione. Lotta continua e la stagione dei movimenti. Gli anni Settanta nella provincia meridionale”, un saggio storico scritto dal dottor Flavio Giordano, edito da “Edizioni dell’Ippogrifo”. A dialogare con l’autore saranno: il professor Alfonso Conte, Docente di Storia Contemporanea al Dipartimento di Scienze Politiche e della Comunicazione all’Università di Salerno; il dottor Vincenzo Pedace, Dottore di ricerca in Studi Storici presso il Dottorato in Studi Linguistici, Letterari e Storici dell’Università di Salerno. È previsto un intervento musicale a cura dei componenti della “Compagnia Daltrocanto”: Antonio Giordano e Bruno Mauro.
A margine, la mostra d’arte “Rivoluzione Ceramisti Uniti – Bombe Innocenti”, progetto che richiama l’attenzione sulle innumerevoli difficoltà che artigiani ed artisti affrontano da tempo. Simbolo di questa rivolta, la “Molotov in ceramica vietrese”, impugnata dalla mano dell’artista, pronta ad essere scagliata, ma spoglia di tutti i significati incendiari, trasformata in capacità di lottare con tutti i mezzi, anche quelli meno sofisticati.
Ingresso libero fino ad esaurimento posti. OBBLIGO DI MASCHERINA e GREEN PASS. In collaborazione con il Comune e la Pro Loco di Vietri sul Mare.
Il saggio di Flavio Giordano recupera il ricordo della generosa attività di tanti giovani militanti napoletani e salernitani, impegnati a promuovere manifestazioni di piazza per rivendicare il diritto al lavoro, allo studio, alla casa, ma anche doposcuola e mense, concerti e rappresentazioni teatrali, tazebao e ciclostilati, riunioni ed assemblee. Un esperimento nato dall’ansia di partecipare ad un progetto collettivo, di sporcarsi le mani per provare a capire come contribuire al riscatto di chi era condannato alla subalternità. Una precisa documentazione delle vicende di formazione e riassorbimento di “Lotta Continua”, sullo sfondo dei noti “Anni di piombo”. Il magma delle vicende locali è documentariamente riequilibrato e messo in evidenza sul contesto nazionale.

Fonte : PositanoNews.it

Read More

Leave your comment