07

Dic
2021

Sorrento Jazz, l’inaugurazione della kermesse 2021 al “Tasso” il 16 dicembre

Posted By : / 164 0

Presso il Teatro Comunale Tasso di Sorrento, a pochi passi dal centro cittadino addobbato a…

Presso il Teatro Comunale Tasso di Sorrento, a pochi passi dal centro cittadino addobbato a festa per le festività natalizie dal 16 al 19 dicembre prenderà il via la 22esima edizione di Sorrento Jazz Festival Internazionale-Penisola Sorrentina Festival. L’evento è promosso dal Comune di Sorrento ed è organizzato da Italiaconcerti con la Direzione Artistica di Antonino Esposito. Quest’anno l’organizzazione riproporrà anche il Premio “Surrentum Eventi”, giunto alla sua Decima edizione. Il Festival di quest’anno spazia dal teatro musicale propostoci dall’attore e sceneggiatore Maurizio Casagrande, beniamino del grande pubblico per le sue numerose partecipazioni a film comici di successo per la regia dell’amico Vincenzo Salemme, al grande jazz d’autore rappresentato da Andrea Abbadia, Paolo Di Sabatino, un mostro sacro come Mario Biondi per chiudere in bellezza con i Neri Per Caso, che non hanno bisogno di presentazione.
Il primo appuntamento in agenda è il 16 dicembre alle ore 19:30, sul palco del Tasso Maurizio Casagrande darà vita al suo “E la musica mi gira intorno”, contemporaneamente sarà insignito del Premio “Surrentum Eventi” 2021. Maurizio Casagrande, napoletano verace, figlio dell’attore di teatro Antonio Casagrande, ancor prima di cimentarsi con la recitazione si dedica allo studio della musica, iscrivendosi al Conservatorio di San Pietro a Majella e specializzandosi nel pianoforte, nel contrabbasso e nel canto. Il suo primo contatto con il palcoscenico è al Teatro Cilea per una fortuita occasione: infatti, si trovava lì per assistere ad un saggio dei suoi studenti, ma per la mancanza di uno di essi dovette sostituirlo. Fu così scritturato dalla compagnia di Nello Mascia, ed entrò nel mondo dello spettacolo. “Un uomo senza passato è un uomo che non ha futuro” Maurizio spiega che è questa la frase che lo ha spinto a ricostruire la sua storia attraverso le canzoni ed a mettere in piedi questo “finto concerto”. Partendo dagli anni cinquanta e arrivando ai giorni nostri, il racconto si dipana sull’onda delle canzoni, tutte molto popolari e di sicura presa, ma mai scontate e banali. Venerdì 17 dicembre alle ore 19:30 sarà la volta dell’Andrea Abbadia Quartet composto da Andrea Abbadia (sax baritono), Lello Petrarca (pianoforte), Luca Varavallo (contrabbasso) e Alex Perrone (batteria), quartetto che nasce ufficialmente in occasione della registrazione del disco,” Maschere” (Wow Records, 2021) partendo dal desiderio dei musicisti di fare musica insieme, una speranza coltivata nel tempo. Fatta eccezione del brano “Song for Nara” scritto da L. Varavallo e F. Girardi, tutte le composizioni e gli arrangiamenti sono di Abbadia, creati appositamente per il suono e le caratteristiche di ogni musicista del quartetto. Il titolo dell’album è di ispirazione “pirandelliana”: ognuno di noi quando si relaziona con gli altri indossa una maschera, non è mai realmente sé stesso, ma con la musica, in particolare con l’improvvisazione, questo non può accadere. “Quando si suona si è nudi, ci si libera da ogni tipo di maschera“. Sabato 18 dicembre a guadagnare la ribalta del palco sorrentino sarà uno straordinario quartetto quello capitanato da Paolo Di Sabatino e da una vera star della musica jazz internazionale Mario Biondi. Il “Paolo Di Sabatino 4et” del leader il pianista teramano da Paolo Di Sabatino si avvale dell’estro musicale di Marco Siniscalco (basso), Glauco Di Sabatino (batteria) e Max Ionata (sassofono) che sono alcuni dei musicisti più in vista e più versatili del panorama jazzistico nazionale. Lo stile pianistico lirico e cristallino di Paolo si sposa alla perfezione con il carattere melodico e ricco di pathos delle sue composizioni originali, che vengono arricchite dal suono inconfondibile del sassofono tenore di Ionata. Di Sabatino, oltre a 30 album da leader come jazzista, vanta due partecipazioni al festival di Sanremo e svariate collaborazioni con nomi importanti del pop, come pianista/produttore/compositore: Fabio Concato, Antonella Ruggiero, Mario Biondi, Grazia Di Michele, Gino Vannelli, Peppe Servillo e tanti altri. In questo progetto il nostro Paolo si ricongiunge con l’amico di sempre Mario Biondi, un incontro all’insegna della musica di qualità dove il nostro Mario Biondi ci regala un intervento a completamento dell’idea di regalare un momento di musica di qualità. Grande chiusura domenica 19 dicembre alle ore 19:30 con i Neri Per Caso in “Natale per caso” che riproporranno grazie all’ormai collaudato e apprezzatissimo canto a cappella carols della tradizione popolare. Non mancate all’appuntamento con Ciro Caravano, Gonzalo Caravano, Domenico Pablo “Mimì” Caravano, Mario Crescenzo, Massimo de Divitiis e Daniele Blaquier da anni ormai orgoglio di Salerno e non solo.

INFO UTILI: Le prenotazioni per partecipare ai concerti sono possibili attraverso il sito https://www.eventbrite.it.Le prenotazioni sono valide fino alle 19,00 del giorno del concerto. dalle ore 18,30 alle 19,00 l’accesso è consentito solo a chi è munito di prenotazione, dalle 19.00 alle 19.25: è previsto l’accesso fino ad esaurimento posti. Per tutti, come da normativa anti-covid è richiesto il Super Green Pass.

 

http://www.sorrentojazz.it;

http://www.penisolasorrentinafestival.it;

http://www.ats-sorrento.it;

 Tel. 3391829660 – sorrentojazz@italiaconcertigroup.it

Sorrento Jazz, l’inaugurazione della kermesse 2021 al “Tasso” il 16 dicembre

Generico dicembre 2021

Maurizio Casagrande

Generico dicembre 2021

ANDREA ABBADIA QUARTET

Generico dicembre 2021

Paolo di Sabatino e Mario Biondi

Generico dicembre 2021

Neri Per Caso

 

 

 

Fonte : PositanoNews.it

Read More

Leave your comment